il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci

Nel momento cruciale della battaglia contro l’epidemia, il governatore della Sicilia, Nello Musumeci esorta i siciliani a resistere all’emergenza Coronavirus. “L’emergenza Covid-19 ha procurato effetti gravi sul tessuto produttivo e le fasce più deboli in Sicilia: è una emergenza mai vista. E’ una congiuntura economica da guerra, non conosciamo durata e contorni”. Il presidente della Regione Siciliana ha ribadito l’efficacia della delibera, già pubblicata, con la quale vengono stanziati 100 milioni di euro, attinti dai residui dei fondi Poc e Fse, per l’assistenza alimentare e farmaceutica alle famiglie bisognose. Le risorse saranno erogate ai comuni, una prima quota del 25-30% entro la prossima settimana.

Musumeci ha anche aggiornato il dato, impressionante, sul numero di rientri avvenuti nell’isola: “Ad oggi si sono iscritti nella piattaforma della Regione 42 mila persone rientrate in Sicilia. Il maggior numero dei casi positivi riguarda un cluster limitato, il monitoraggio prosegue e deve proseguire per almeno i prossimi 14 giorni”.

“Lavoriamo a un piano anti-crisi – ha detto Musumeci -, e lo vogliamo fare d’intesa con le opposizioni e le organizzazioni di lavoratori e imprese: i documenti contabili che abbiamo presentato prima dell’emergenza è chiaro non valgono più”. Musumeci dunque apre al confronto con le opposizioni. “Ritiriamo quindi la legge di stabilità che avevano presentato e assieme al Parlamento dobbiamo redigere una legge di stabilità per l’emergenza”.

© Riproduzione Riservata

Commenti