Cateno De Luca agli imbarcarderi

“Ora basta. Per attraverso lo Stretto bisognerà prenotarsi 24 ore e così verificheremo la motivazione di chiede di entrare in Sicilia. Ci sarà una prenotazione preventiva e verificheremo la fondatezza della richiesta. Entrerà in vigore una banca dati che regolerà il tutto. Io non abbandono nessuno, e meno che mai chi è fuori e oggi si ritrova con le fabbriche chiuse e senza poter rientrare ma vi comunica prima dove vuole andare e noi accertiamo la situazione”. Lo ha dichiarato il sindaco metropolitano di Messina, Cateno De Luca che così preannuncia un provvedimento del Comune di Messina per disciplinare l’attraversamento nello Stretto di Messina e, dunque, lo sbarco in Sicilia.

Il modello non funziona. “Ci dovrete dire perché volete fare l’attraversamento e in quale destinazione siete diretti. Ma certamente queste persone dovranno fare isolamento domiciliare. Qui c’è chi sa fare l’amministratore e chi non sa fare neanche l’amministratore di condominio. Bisogna rapportarsi al territorio e ai cittadini. Io sono in trincea. Da questo momento si cambia. Ora basta con le prese per il sedere. Qui il modello non funziona. Quindi ci si prenota 24 ore prima, si verificano i casi e così finisce anche la guerra contro i deboli. E’ una strategia di territorio che vale già per le dogane delle frontiere. Non vogliamo essere presi in giro e che le norme vengano utilizzate come carta igienica”.

© Riproduzione Riservata

Commenti