il premier Giuseppe Conte

Il premier Giuseppe Conte ha annunciato un nuovo Dpcm per far fronte all’emergenza alimentare causata dal Coronavirus. “Coinvolgiamo i sindaci e i Comuni, a loro disponiamo 4,3 miliardi sui fondi di solidarietà comunale più 400 milioni con vincolo da destinare a persone che non hanno i soldi per la spesa”, ha detto il premier. “Vogliamo dare un segnale concreto della presenza dello Stato”, ha aggiunto Conte.

Buoni pasto. Oltre allo stanziamento da 4,3 miliardi, dunque, “con ordinanza delle Protezione Civile aggiungiamo a questo fondo 400 milioni, un ulteriore anticipo che destiniamo ai Comuni col vincolo di destinarlo alle persone che non hanno i soldi per non fare la spesa. Da qui nasceranno buoni spesa ed erogazioni di generi alimentari”, ha spiegato Conte.

La platea del bonus. “Sappiamo che tanta gente sta soffrendo ma lo Stato c’è” dice il premier, mentre il ministro Roberto Gualtieri, assicura che “nessuno sarà lasciato da solo” e annuncia che, accanto a questa prima misura si sta lavorando per “rafforzare e allargare” la platea dei beneficiari del bonus da 600 euro oggi dedicato ad autonomi, collaboratori, partite Iva e stagionali, anche a chi “non ha fonti di reddito”.

© Riproduzione Riservata

Commenti