il ministro Paola De Micheli

“Abbiamo prorogato tutti i decreti firmati negli scorsi giorni. L’emergenza che stiamo vivendo non ha precedenti e le misure messe in campo tengono conto della tenuta socio-economica del paese, avendo ben presente la priorità assoluta del momento: la salute dei cittadini, di tutte le donne e tutti gli uomini che stanno facendo sacrifici in questo momento, rimanendo a casa o stando in prima linea negli ospedali. Rimangono dunque in vigore le misure prese per Sicilia e Sardegna, la riduzione di treni e aerei su tutto il territorio nazionale e l’obbligo di isolamento fiduciario per chi rientra dall’estero. Non molliamo di un centimetro. L’Italia è forte”. Lo ha dichiarato il ministro per i Trasporti, Paola De Micheli in un suo intervento sull’emergenza Coronavirus.

Le restrizioni per la Sicilia . Il Ministro ha confermato quella che, a suo dire, è stata “la bontà” delle misure attuate per quanto concerne “le restrizioni per il trasporto ferroviario e marittimo delle persone dirette in Sicilia”. “E’ stata una scelta ponderata che abbiamo definito raccogliendo prima tutte le istanze del territorio”, ha detto De Micheli. Peccato che nel frattempo dallo Stretto di Messina siano transitate oltre 40 mila persone rientrate in Sicilia in piena emergenza Coronavirus dalle zone rosse del Nord Italia…

© Riproduzione Riservata

Commenti