imbarcaderi per la Sicilia

Rimane altissima la tensione nello Stretto di Messina. Arrivano nuove dichiarazioni dal sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà e si registra anche l’altrettanto eloquente risposta del sindaco di Messina, Cateno De Luca. Da una parte il sindaco reggino che vuole far sbarcare in Sicilia chi arriva a Villa San Giovanni, dall’altro De Luca che replica per le rime e avverte Falcomatà.

Lazzaretto calabro. “Reggio Calabria non è un lazzaretto ed io non sono padre Cristoforo nei Promessi Sposi. Dico no al trasferimento in hotel della nostra città delle persone bloccate a Villa San Giovanni. Ci opporremo con fermezza a questa ipotesi, anche fisicamente se necessario. Sarebbe una soluzione assurda, che crea potenziali assembramenti e molteplici occasioni di contagio, mettendo a rischio la salute di migliaia di reggini che da quasi un mese, con enormi sforzi e sacrifici, stanno riuscendo a limitare la diffusione del virus, con comportamenti responsabili e rispettosi delle regole. Dobbiamo evitare questa ipotesi, mi appello al Presidente Sergio Mattarella al quale ho scritto ufficialmente. Quelle persone, tutte di origine siciliana, non dovevano partire, dovevano essere controllate prima. Chi non lo ha fatto se ne assuma le responsabilità perché a pagare il prezzo non saranno i reggini. Ora vanno scortate a casa loro, in Sicilia, perché è lì che vogliono andare e poste in quarantena vigilata. È l’unica soluzione corretta, rispettosa delle leggi e della dignità umana, di buon senso e in grado di tutelare la salute di tutti”.

La replica. Immediata la replica di Cateno De Luca: “Forse Falcomatà non ha capito chi è Cateno De Luca. Quindi caro collega non ti consiglio di scontrarti con me. Io non ho mai bloccato nessuno e non faccio prigionieri. La vergogna non sono le persone, qui si parla di una vergogna di Stato. Le persone che devono attraversare vanno scortate e portate a casa”.

Ancora sbarchi. E nella serata di ieri sempre Falcomatà ha fatto poi un altro annuncio, documentato da un ulteriore filmato. “Finalmente ci siamo. Gli ultimi cittadini siciliani presenti al porto di Villa San Giovanni stanno rientrando a Messina. Abbiamo avuto comunicazione ufficiale dal Ministero degli interni. Adesso, come ieri, seguirò le operazioni di imbarco”.

© Riproduzione Riservata

Commenti