il Principe Carlo di Borbone

La storia delle Due Sicilie non muore mai, e nel momento dell’emergenza Coronavirus arriva un aiuto speciale per gli ospedali meno ricchi. Il principe Carlo di Borbone, Capo della Real Casa di Borbone Due Sicilie, ha donato 50 mila euro per per migliorare la situazione delle strutture sanitarie dove si sta combattendo l’epidemia.

Raccolta fondi. “Il Movimento Neoborbonico – si legge in una nota – aderisce all’iniziativa avviata dal principe Carlo di Borbone, Capo della Real Casa di Borbone Due Sicilie, invitando iscritti, simpatizzanti e quanti amano la storia ad inviare un contributo per aiutare medici e malati “soprattutto dove c’è carenza di strutture in questo momento difficile per il nostro Paese”.

Un barlume di speranza. Il Duca di Castro, Carlo di Borbone delle Due Sicilie, ha pubblicato un video, attraverso il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, nel quale preannuncia di avere già stanziato per la Charity Onlus 50 mila euro, nella certezza che “ogni singolo euro donato sarà un barlume di speranza”.

La vera storia. Carlo di Borbone, erede di una dinastia e di una storia (quella vera purtroppo riportata solo in modo parziale sui libri di storia) che un tempo rese ricco il Sud con numerosi primati anche scientifici, medici e sociali, è da sempre, con l’Ordine Costantinano di cui è Gran Maestro, vicino a chi soffre con iniziative caritatevoli realizzate nel Sud dell’Italia e anche nel resto dell’Italia e del mondo, nella continuità simbolica, tra passato e presente, all’insegna di tradizioni e valori cristiani.

Carlo di Borbone con Papa Francesco

L’appello alla solidarietà. Questo il messaggio di Carlo di Borbone delle Due Sicilie: «Ho deciso di impegnarmi in prima persona per dare un contributo al nostro Paese in questo difficile momento e aiutare gli ospedali e coloro che vi lavorano in prima linea, nella battaglia e nella lotta quotidiana contro questa emergenza sanitaria. Numerose raccolte sono state già avviate a supporto degli ospedali nelle zone di maggior criticità del Paese, tuttavia la mia preoccupazione si rivolge a quelle strutture dove il diffondersi della pandemia con la carenza di attrezzature per la terapia intensiva potrebbe determinare conseguenze ancora più drammatiche. Attraverso l’Ordine Costantiniano Charity Onlus ho pertanto avviato una raccolta di fondi da destinare equamente agli ospedali con meno risorse che necessitano di incrementare le proprie dotazioni e postazioni di terapia intensiva. Ogni singolo euro donato sarà un barlume di speranza ed una piccola goccia di vita che vince questa avversità! Non poniamoci obiettivi e cerchiamo di arrivare il più in alto possibile. I primi 50.000 Euro sono già stanziati. La solidarietà è una forza immensa. Uniamoci in aiuto al Paese per aiutarci a vicenda! Ringrazio di cuore per la vostra generosità, anche a diffondere e condividere questa raccolta».

Gli angeli dell’emergenza. Il Principe ha inteso, inoltre, ringraziare chi sta lottando in prima linea contro il Coronavirus: “Desidero esprimere il mio più sentito ringraziamento a tutti i medici, infermieri, personale ospedaliero, gli appartenenti alle Forze Armate e alle forze dell’ordine, che continuano a garantire, con le necessarie e dovute precauzioni, la nostra salute. Non vanno dimenticati tutti coloro che con il loro lavoro assicurano il mantenimento dei servizi essenziali, come trasportatori, negozianti, farmacisti. Ce la faremo grazie agli sforzi di tutti”.

Rispettare i divieti. “In questo momento così difficile e doloroso per il nostro Paese, la mia famiglia ed io vi siamo molto vicini col pensiero e la preghiera. Non posso sottolineare abbastanza quanto sia fondamentale il rispetto delle disposizioni che ci sono state date per contrastare il diffondersi di questa epidemia. irresponsabili coloro che, anteponendo i propri interessi, mettono a rischio la salute del prossimo ignorando il buon senso e le normative in vigore. Sono convinto che grazie all’impegno di tutti le nostre famiglie potranno ritornare presto alla normalità”.

© Riproduzione Riservata

Commenti