nuovo esodo verso la Sicilia

“I contagi sono in aumento di 140 unità ma il dato va anche messo insieme a quello dei nuovi soggetti per cui è stato necessario curarli in ospedali e quelli per i quali si è reso necessario curarli in Terapia Intensiva. Cresce di 114 il numero delle persone poste in isolamento. Il fenomeno va spiegato e con parole molto semplici voglio dirvi che stanno crescendo i tamponi che si stanno realizzando in Sicilia, come disposto dal presidente della Regione”. Lo afferma l’assessore alla Salute, Ruggero Razza, che così fa il punto sull’emergenza Coronavirus in Sicilia.

La situazione. “Siamo arrivati a quasi 6 mila tamponi effettuati e 630 sono risultati positivi, quindi nel rapporto tra i tamponi e i casi positivi il numero in Sicilia rimane ancora più basso rispetto alle regioni del Nord. Inizia per noi, in Sicilia, la settimana della crescita del contagio per come programmato e nei reparti di Terapia Intensiva crescono di 6 o 7 unità le persone ricoverate in Terapia Intensiva. Dobbiamo essere pronti a una fase di crescita che speriamo non si verifichi ma non deve farci trovare impreparati”.

L’effetto esodo. “Va detto che, nell’ambito della ricostruzione epidemiologica che si stanno effettuando, in tutti i casi stiamo individuando contatti con provenienze dalle aree di contagio nei 14 giorni precedenti. Ecco perché raccomandavamo una maggior cautela nel rientrare in Sicilia. Ed ecco perché rispettiamo ai cittadini di rispettare le indicazioni sull’isolamento volontario e sulla quarantena. Chi ha rispetto per i sanitari deve rispettare le regole”.

© Riproduzione Riservata

Commenti