Giuseppe Cundari, sindaco di Gaggi

“Lo volete capire che con questo maledetto virus si muore da soli, in un letto d’ospedale lontani da tutti e senza nessuno accanto? Lo volete capire che, dopo una vita di sacrifici, si muore senza un degno funerale? Non continuiamo a prenderci in giro”. E’ il monito ma anche lo sfogo del sindaco di Gaggi, Giuseppe Cundari, che si rivolge ai propri concittadini esortandoli a rimanere in casa e a rispettare i divieti della lotta al Coronavirus.

La guerra si vince in casa. “Per la spesa si esce una sola volta al giorno. Vi esorto a rimanere in casa e ad uscire soltanto per validi motivi. Smettiamola di prenderci in giro: l’attività fisica all’aperto è vietata, fatela sul balcone o in casa. Se dovete uscire con il cane si va in prossimità dell’abitazione, a 20 metri e non a 400 metri. La nostra comunità ancora oggi risale un’isola felice e non ci sono casi di positività al Coronavirus. La battaglia contro questo nemico si vince insieme. Quindi rimanete in casa, la guerra si vince rimanendo a casa. Soltanto così andrà tutto bene”.

© Riproduzione Riservata

Commenti