Matteo Salvini

“Ho chiesto al presidente del Consiglio e al presidente della Repubblica tre interventi immediati: inviare subito nelle zone di guerra almeno 100 tra medici e infermieri, a Brescia e a Bergamo si muore in casa, spostare le scadenze fiscali di domani ed inoltre di non usare il virus per approvare svuota-carceri e indulti per spacciatori e rapinatori. Speriamo di trovare ascolto nel governo, la Lega c’è e ci sarà”. Lo ha dichiarato il leader delle opposizioni, Matteo Salvini.

Chiudere tutto. “Serve chiudere tutto ciò che non è essenziale. Ci scrivono ad esempio tantissimi operai: una fabbrica che produce rossetti, piuttosto che lavastoviglie o mobili appartiene a filiere vitali per il Paese?”, ha evidenziato Salvini.

Tutti in trincea contro il virus. Poi l’appello: “Servono donne e uomini di valore per far partire l’ospedale d’emergenza preparato da Protezione Civile e Alpini di Bergamo. Mancano i medici. Richiamiamo i pensionati da non più di due anni e i medici in servizio da altre regioni. Grazie a chi ha già dato la disponibilità, sappiamo che da alcune regioni ci sono risposte positive: Basilicata, Calabria, Toscana, Sicilia, Trentino Alto Adige hanno già aderito. Ma il tempo è poco e dobbiamo partire subito”.

© Riproduzione Riservata

Commenti