Bernabò Bocca e Italo Mennella

In vista della riunione del Consiglio dei Ministri, che dovrebbe varare oggi le misure a sostegno delle imprese, con una riunione dell’Esecutivo che prevede all’ordine del giorno l’adozione di un decreto‐legge volto a fronteggiare la situazione di emergenza connessa all’epidemia Covid‐19, il presidente nazionale di Federalberghi, Bernabò Bocca evidenzia i punti strategici essenziali, attesi dagli operatori economici del comparto turismo.

Sulla base delle anticipazioni sin qui circolate – spiega Bocca -, il provvedimento dovrebbe contenere, tra l’altro:
‐ interventi a sostegno del servizio sanitario;
‐ una proroga dei termini per il versamento di imposte e contributi;
‐ l’ampliamento dei criteri di accesso agli ammortizzatori sociali;
‐ misure volte ad aumentare la garanzia statale sulla moratoria di prestiti e mutui delle
aziende;
‐ ristori per le aziende più colpite dalla crisi.

Sostenere tutti gli operatori. “Alcune delle misure – sottolinea Bocca – dovrebbero essere specificamente mirate al nostro settore, come già avvenuto con il decreto‐legge n 9 del 2020, che ha rivolto una specifica attenzione alle aziende alberghiere, di tutto il territorio nazionale. Il nuovo decreto dovrà essere convertito in legge entro sessanta giorni, a pena di decadenza. Ciò significa che sarà necessario impegnare tutte le risorse del sistema, per sostenere l’approvazione delle misure più condivisibili e per propugnare l’adozione di ulteriori interventi. Adesso è importante rincuorare i nostri amici e colleghi, confermando a tutti che il sistema Federalberghi, a tutti i livelli, è impegnato per la ricerca delle soluzioni che ci aiuteranno a riportare presto l’ospitalità italiana a primeggiare nel mondo”.

© Riproduzione Riservata

Commenti