i controlli sul Coronavirus

Una nuova speranza nella lotta al Covid-19. Dagli ultimi studi effettuati sul virus, potrebbe arrivare dalla Cina, un test immuno-cromatrogafico per lo studio del Coronavirus. Tale test che va fatto prelevando una goccia di sangue, prevede la colorazione degli anticorpi monoclonali anti Covid – 19.In base alla attività anti-corpale può prevedere al 97% dei casi ed in tempi brevi la negatività del Covid-19. Viceversa se la risposta dovesse essere positiva,sarebbe necessario il tampone di conferma.

Il test sviluppato. Ricercatori dell’università cinese di Nankai hanno sviluppato un nuovo test rapido per il Coronavirus in grado di dare una risposta in 15 minuti, secondo quanto rende noto il ‘Global Times’. Il nuovo prodotto potrà essere usato “presto” nella gestione dell’epidemia.

Kit sperimentale. Una task force guidata dal notorio pneumologo cinese Zhou Nanshan, agli onori delle cronache per le brillanti intuizioni durante l’epidemia Sars del 2003, ha affermato che il test degli anticorpi mira ad offrire un metodo accurato per identificare rapidamente i pazienti infetti e i portatori asintomatici del nuovo virus. Il gruppo di ricercatori ha condotto studi clinici approfonditi in otto presidi sanitari del paese, analisi che hanno comprovato l’attendibilità e l’efficacia del nuovo approccio. Rispetto al tampone faringeo – test Rt-Pcr dell’acido nucleico – che impiega approssimativamente 3/4 ore per evidenziare la positività al Covid-19, il kit sperimentale riesce a rilevare il gli anticorpi di contrasto al virus entro 15 minuti e con una sensibilità complessiva dell’88,6 per cento e una specificità del 90,63 per cento.

Coerenza di rilevazione. In aggiunta a quanto riscontrato, il team ha scoperto che li risultato della diagnosi clinica ottenuta dal prelevamento congiunto di sangue dalle dita, dal siero e dal plasma del sangue venoso mostrano una notevole coerenza di rilevazione, questo significa che, in futuro, ci sarà un metodo di prova più conveniente in grado di testare solo il sangue di un paziente sospetto. Il nuovo strumento potrebbe rilevarsi determinate nella diagnosi clinica e nello screening tempestivo dei vettori Sars-CoV-2, sintomatici o asintomatici, in un momento in cui la Cina si appresta ad uscire dal tunnel oscuro della pandemia. Una scoperta che potrebbe invertire il trend negativo dei contagi in questi giorni di drammatica apprensione per tutti.

© Riproduzione Riservata

Commenti