il governatore Nello Musumeci

Il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci conferma in diretta tv al programma “Omnibus”, su La7, il dato impressionante delle 20 mila persone circa delle quali è stato già ufficialmente certificato l’arrivo in Sicilia da sabato notte ad ora. Si tratta per lo più di lavoratori e studenti rientrati da quelle che sono state classificate zone rosse. Tutte queste persone si sono registrate all’apposito portale della Regione Siciliana e ora devono osservare l’autoisolamento. Il dato attuale, comunque, è ancora provvisorio.

Senso di responsabilità. “Sono rientrate circa 20 mila persone in Sicilia negli ultimi quattro giorni, a causa dell’emergenza Coronavirus. Quasi tutte si sono registrate come abbiamo chiesto di fare, quelli della zona rossa stanno osservando la quarantena, come del resto sto facendo io. Prevale la convinzione che se oggi facciamo qualche sacrificio possiamo goderne in libertà e normalità. In Sicilia l’epidemia non ha raggiunto particolari dimensioni, adottiamo misure di prevenzione e c’è un grande senso di responsabilità da parte dei cittadini, la comunità siciliana ha compreso”.

L’appello a Conte. Musumeci si è poi rivolto al governo Conte, sollecitando un’ulteriore stretta per prevenire i contagi da Coronavirus nell’isola: “Servono misure ancor più restrittive. E oltre all’emergenza sanitaria occorre anche occuparsi urgentemente dell’emergenza economica”.

© Riproduzione Riservata

Commenti