Franco La Pica

Taormina. E’ morto nelle scorse ore Franco La Pica, storico taorminese da sempre stimato e apprezzato da tutti i suoi concittadini. Poeta, artista eclettico e versatile, pittore di talento, con i suoi versi è stato capace di raccontare l’amore per la vita e i più genuini ed autentici sentimenti dell’uomo. Lo ricordiamo anche per gli anni in cui accoglieva i taorminesi all’edicola “Mazza” in Corso Umberto, quando la mattina la gente comprava il giornale e lui con il suo consueto garbo sapeva regalarti un pensiero e un sorriso.

Testimone della Dolce Vita. Fortemente legato ai valori della sua comunità e all’identità del proprio territorio, nelle sua narrazione della vita, sia poetica che pittorica, ha sempre fatto riferimento a Taormina, cantandone la sua bellezza, le sue atmosfere, i suoi profumi, i suoi colori, il fascino dei luoghi e del suo mare. Cultore di storia del territorio è stato per tutti una fonte inesauribile di conoscenza e informazioni. Molto attivo sui social network dove ha postato tante foto che mostrano e raccontano gli anni d’oro di Taormina, i volti e le piccole e grandi storie della città. Franco La Pica era uno degli ultimi testimoni degli anni della “dolce vita” a Taormina, in cui le notti venivano animate da intellettuali, scrittori, attori, musicisti e artisti provenienti da tutto il mondo.

Non ci saranno i funerali. Data la situazione contingente, purtroppo, non sarà possibile lo svolgimento dei funerali ma vi sarà solo una benedizione al cimitero per i familiari, ai quali vanno le condoglianze di BlogTaormina, con un sentito abbraccio dal direttore Emanuele Cammaroto e dall’editore Italo Mennella.

Ciao Franco, la terra ti sia lieve. 

© Riproduzione Riservata

Commenti