contrada Mastrissa

Taormina. Svolta in arrivo nella “caccia” ai fondi per la progettazione necessaria a non fare andare in fumo i tre finanziamenti da complessivi 37 milioni di euro del Masterplan. I sindaci di Taormina e Castelmola, d’intesa con quelli di Letojanni e Giardini, hanno infatti individuato la soluzione che dovrebbe essere quella risolutiva per poter consentire al primo polo turistico siciliano di accedere ai fondi che potrebbero cambiare il volto della viabilità comprensoriale. Inizialmente si era pensato di chiedere direttamente al Ministero delle Infrastrutture un’anticipazione del 10% sugli stanziamenti e si era quindi anche pensato all’eventualità di fare ricorso alla Cassa Depositi e Prestiti.

La soluzione. Ora la questione pare prossima a sbloccarsi attraverso un’interlocuzione con l’assessorato regionale alle Infrastrutture. Serve Un milione di euro per la progettazione delle opere e, a quanto pare, ci sarebbe la disponibilità da Palermo a farsi carico di questo importante impegno. Nel dettaglio, le opere potrebbero poi essere affidate per quanto riguarda la progettazione al Genio Civile o più probabilmente all’Ufficio Speciale per la Progettazione. Quest’ ultimo ufficio, istituito dalla Giunta regionale nel novembre 2018, si sta già occupando ad esempio su Taormina (in collaborazione con l’Asp Messina) dell’iter per i nuovi 350 posti parcheggio da realizzare al servizio dell’ospedale San Vincenzo di Taormina.

Occasione da non perdere. Dunque è in questa direzione che si stanno muovendo le Amministrazioni che vogliono stringere i tempi per non perdere la possibilità di far realizzare alcuni interventi in grado di imprimere una profonda modifica al sistema di circolazione del territorio. “Siamo convinti che attraverso la collaborazione con l’assessorato alle Infrastrutture potremo arrivare alla soluzione risolutiva. Insieme al sindaco di Taormina, Mario Bolognari stiamo lavorando in questa direzione”, ha confermato il sindaco di Castelmola, Orlando Russo.

I progetti. Il quantum complessivo a disposizione dei Comuni per i tre progetti, come detto, è di circa 37 milioni, e nello specifico il principale progetto da 22 milioni di euro prevede una strada che dovrebbe andare a collegare la popola contrada Mastrissa con Rossello (Castelmola-Taormina) per poi connettersi con un vecchio tracciato sino allo svincolo A18 a Giardini. Si prospetta poi un collegamento rapido tra Castelmola, le aree periferiche tra Taormina e Castelmola e Giardini all’altezza del casello A18, accanto a Trappitello. Le altre due opere che prevedono il collegamento da contrada Ogliastrello-Blandina (Castelmola-Letojanni), con un progetto da 10 milioni, e un ulteriore iter da 5 milioni per l’asse viario tra la Rotabile Castelmola e il borgo.

Questione di numeri. Non si esclude nemmeno che poi, a conti fatti, in definitiva possa anche servire una cifra inferiore ad Un milione, visto che secondo alcune stime si era ipotizzata la necessita di reperire 300 mila euro per la progettazione del collegamento tra Mastrissa e Rossello, e circa 150 mila euro invece per gli altri due progetti riguardanti le opere tra Letojanni e Castelmola.

© Riproduzione Riservata

Commenti