Taormina, via Roma
Via Roma

Taormina. Nuova viabilità all’orizzonte a Taormina, dove la casa municipale è pronta a dare il via da maggio, o forse già da aprile, alle novità al piano di circolazione in centro storico ma anche stavolta si dovrà attendere adesso il parere della Regione Siciliana. Già l’anno scorso, come si ricorderà, il Comune aveva previsto un’ordinanza sindacale che dal 6 maggio 2019 avrebbe dovuto modificare il traffico nel “salotto” della città ma, a seguito di alcuni sopralluoghi, ci fu poi il sostanziale stop a quelle disposizioni, che non sono entrate in vigore e sono rimaste “congelate” soprattutto perché da Palermo non arrivò il placet alla soluzione del transito in galleria per i bus turistici in discesa da Castelmola. La Regione, in sostanza, esprime un parere non vincolante e l’ultima parola spetta in ogni caso al Comune, ma già nel 2019 si è visto che, poi, le indicazioni palermitane, in una direzione nell’altra, hanno sempre il loro peso.

Circonvallazione. L’obiettivo era e resta, infatti, quello di alleggerire la pressione sulla Circonvallazione, che sin qui viene percorsa da numerosi mezzi veicolari sia in direzione valle-monte sia in quella opposta. Stavolta la soluzione comunicata martedì scorso ai vettori dei bus e al Comune di Castelmola è quella di far transitare i bus turistici dalla Via Roma.

Da Castelmola a Taormina. I pullman scoperti, scendendo da Castelmola verso Taormina, dalla Via Leonardo da Vicini imboccherebbero soltanto un tratto iniziale della Circonvallazione per immettersi al bivio del Continental verso la scesa di Via Dionisio e da lì in piazza Sant’Antonio, nella Via Pietro Rizzo e poi in Via Roma. Una soluzione accettata dal Comune di Castelmola e sulla quale c’è un’intesa di massima con gli operatori del trasporto. La novità non viene ritenuta penalizzante come quella del passaggio in galleria, anche se non mancherebbe qualche “mal di pancia”.

La parola alla Regione. Adesso però si attende il nulla osta della Regione e già nei prossimi giorni potrebbe esserci un sopralluogo dei funzionari palermitani dell’assessorato alle Infrastrutture e alla Mobilità. L’Amministrazione appare fiduciosa di poter ottenere stavolta l’ok, per poi avviare la predisposizione dell’ordinanza e far scattare il piano in primavera.

Via Roma. Dalla Via Roma potrebbero transitare i bus turistici fino a 7,50 metri ma si dovrà accertare lo stato dell’arteria, visto che nei mesi scorsi il Comune ha disposto delle indagini geologiche e rimane l’ordinanza del Comando di Polizia locale dell’ottobre 2019 che, in via precauzionale, dispose lo stop al transito veicolari per i mezzi del peso superiore a 2 tonnellate in vista delle opere di messa in sicurezza di un tratto di strada della Via Roma, nella parte antistante la Scesa Bastione. Si dovranno, quindi, verificare le condizioni della strada.

San Pancrazio. Allo stesso tempo si attenderà anche il placet alla novità della Via San Pancrazio da percorrere non più sia in salita che in discesa ma con entrambe le corsie in direzione valle-monte: da un lato i mezzi pubblici e quelli di soccorso, dall’altro le auto. I prossimi giorni, insomma, saranno decisivi per capire se ci sarà il definitivo via libera o se, invece, anche stavolta da Palermo potrebbe arrivare uno stop alle intenzioni taorminesi.

© Riproduzione Riservata

Commenti