la geniale parodia di "Gomorra" sul Coronavirus

Nei giorni dell’emergenza Coronavirus proviamo a sdrammatizzare le ansie e il panico da contagio che sta affliggendo il Paese e allora spazio ad una geniale parodia di Gomorra inscenata da gruppo di attori napoletani, e “due infiltrati romani”, che hanno dato vita ad un video in cui persino il crimine concentra la sua attenzione sul Covid19. Dall’incubo al sorriso ecco il “Traffico di Amuchina”, tre minuti di pura ironia con i “The CereBros”, una Social Factory nata nel 2017 sotto la direzione del collettivo artistico affidato al Web Creator Berardino Iacovone.

L’oro trasparente. Da “Gomorra” a “CovMorra”, di riflesso, è una denuncia sociale, seppur in chiave esilarante, di come il virus sia diventato persino un business per alcuni. Ed è il business senza scrupoli della paura collettiva, con il terrore che diventa non soltanto speculazione ma vera e propria fonte di guadagno. Non a caso le Forze dell’Ordine hanno dovuto avviare dei controlli per cercare di fermare l’impennata dei prezzi per la vendita di Amuchina, l’ormai introvabile gel disinfettante. Sono stati posti in essere una serie di blitz nelle attività sul territorio ma anche e soprattutto acquisiti documenti nelle sedi dei principali colossi di vendite online. Il gel disinfettante anti-contagio è il simbolo della fobia collettiva di questi giorni. Con la speranza che l’incubo presto possa andare definitivamente in archivio e che di queste brutte giornate rimangano filmati ironici come questo.

© Riproduzione Riservata

Commenti