disinfestazione nelle scuole

Taormina. Torna d’attualità l’emergenza topi alla scuola “Ugo Foscolo”. Il plesso era rimasto chiuso il 24 e 25 febbraio, a seguito di apposita ordinanza sindacale, che ha previsto allora la chiusura nella data specifica di lunedì scorso (24 febbraio) per consentire l’esecuzione di opere di derattizzazione dei locali dove fanno lezione gli studenti delle scuole medie e i bambini delle elementari. L’Istituto è rimasto poi chiuso anche il giorno successivo (martedì 25 febbraio), come già stabilito in precedenza dal Consiglio d’Istituto, per areare i locali e pulire le superfici. Ma alla ripresa delle lezioni il problema pare non sia stato risolto e alcune famiglie hanno preferito lasciare a casa i propri bambini, lamentando ancora una volta la presenza di ratti nei locali scolastici e sollecitando il Comune ad intervenire. Sulla vicenda è intervenuta nelle scorse ore l’Associazione “CittadinanzAttiva”, che attraverso una nota della responsabile di zona, dott.ssa Agata Polonia, chiede al Comune di “accertare lo stato delle cose ed intervenire”.

Accertare la problematica. “Sono pervenuti alla nostra associazione – riferisce la dott.ssa Polonia – diverse segnalazioni da parte di genitori, preoccupati, che lamentano il persistere della problematica concernente la presenza di ratti nei locali della scuola “Ugo Foscolo” di Via dietro Cappuccini. Pertanto, invitiamo l’Amministrazione ad appurare se, nonostante la recente derattizzazione dell’immobile, sia ancora in essere tale problema”. “CittadinanzAttiva chiede al Comune di agire immediatamente e risolvere la problematica ed anche all’Asp Messina di attivarsi per quanto di competenza. Si tratta di una problematica di carattere igienico-sanitaria ma soprattutto di necessaria salvaguardia della salute dei bambini”.

Emergenza irrisolta? In precedenza, ricordiamo, era stata invece la dirigente scolastica Carla Santoro a segnalare il 18 febbraio scorso l’avvistamento in una delle classi dell’ultimo piano di un roditore. Il fenomeno potrebbe essere, anche in questo caso, riconducibile ai lavori in corso per la demolizione dell’ex mattatoio adiacente alla scuola “Foscolo, rimasto abbandonato per oltre 30 anni e che per molto tempo è stato un ricovero ideale per i roditori. Nei giorni scorsi sono stati anche effettuati nelle aree esterne il perimetro del plesso degli interventi di derattizzazione, sia sulla via dietro Cappuccini, sia nell’area del Vecchio Macello interessata dal cantiere. Si sarebbe, insomma, verificata una fuga dei roditori, anche se in questi casi per le sostanze utilizzate, dovrebbe poi esserci la morte di questi animali, tenuto anche conto che state posizionate delle trappole all’interno del plesso scolastico.

© Riproduzione Riservata

Commenti