code veicolari in Via San Pancrazio

Taormina. Il tavolo di discussione convocato ieri mattina a Palazzo dei Giurati dall’Amministrazione comunale con i vettori del trasporto su pullman che operano a Taormina ha portato ad un’intesa sostanziale sulle modifiche al piano di circolazione proposte dal Comune. Si tratta di varianti che dovrebbero scattare già dai prossimi mesi, in vista dunque della stagione turistica e a prescindere dalle future determinazioni sulla Ztl (che nella migliore delle ipotesi diventerà realtà nel 2021). Al tavolo c’erano i rappresentanti di Interbus-Etna Trasporti, Maicor (City By See) e Sat Finy. E alla discussione con il sindaco Mario Bolognari e con l’assessore Graziella Longo, ha preso parte anche il sindaco di Castelmola, Orlando Russo, che nei giorni scorsi si era opposto con fermezza all’ipotesi del senso unico sulla Circonvallazione prospettato dal Comune di Taormina. Alla fine si è, comunque, arrivati ad una soluzione condivisa tra le parti.

San Pancrazio e Circonvallazione. Si va verso una viabilità che dovrebbe prevedere il senso unico dalla Circonvallazione, ma con alcune eccezioni, e la Via San Pancrazio da percorrere in entrambi i lati in direzione valle-monte: sul lato destro saliranno i bus e invece sul lato sinistro dovrebbero salire le auto. I bus coperti (nella fattispecie quelli che effettuano il servizio di linea) dovrebbero poter continuare a percorrere la Circonvallazione e scendere poi, da Castelmola, immettendosi in galleria. Stesso percorso per gli altri bus (sino a 9 metri, e come da prescrizione a suo tempo data dalla Regione)

Bus turistici. I bus scoperti (quelli turistici) scenderebbero poi dal “Continental”, immettendosi in piazza Sant’Antonio e da lì in Via Roma, che diventerebbe l’arteria di riferimento del passaggio dei bus per i turistici, liberando in pratica la Circonvallazione. Al contempo, i residenti in uscita dalla Via Cappuccini potranno salire regolarmente dalla Circonvallazione. Di riflesso la casa municipale punta anche ad allentare la pressione, non soltanto sulla Circonvallazione, ma anche sulla Via Leonardo da Vinci, arteria che da Taormina monte porta a Castelmola e che sia in direzione monte che in quella valle appare spesso congestionata sino a questo momento in diverse ore della giornata. Analogo respiro si intende dare anche gli incroci delle vie Costantino Patricio e Cappuccini.

La parola alla Regione. A questo punto, si dovrà definire il tutto di concerto con la Regione Siciliana, in particolare per quanto concerne il passaggio in galleria. Già lo scorso anno, come si ricorderà, il Comune aveva provato a spostare il passaggio dei bus in galleria, ma l’ordinanza che sarebbe dovuta entrare in vigore il 6 maggio 2019 venne congelata a seguito di alcuni sopralluoghi dell’assessorato alle Infrastrutture.

Rebus Via Roma. Per quanto riguarda la scelta di far transitare dalla Via Roma i bus turistici (mezzi fino a 7,50 mt), si dovrà definire lo stato dell’arteria, visto che il Comune ha dovuto disporre nei mesi scorsi delle indagini geologiche e nell’ottobre 2019 venne emanata ordinanza dal Comando di Polizia locale un’ordinanza, in via precauzionale, che ha decreto lo stop al transito veicolari per i mezzi del peso superiore a 2 tonnellate in vista delle opere di messa in sicurezza di un tratto di strada della Via Roma, nella parte antistante la Scesa Bastione. Si dovranno verificare le condizioni della Via Roma e potrebbe esserci una ricognizione sullo stato dei luoghi di concerto con il Genio Civile.

© Riproduzione Riservata

Commenti