il ministro Roberto Speranza

Alla presenza del ministro Roberto Speranza e del Commissario UE alla Salute, Stella Kyriakides, si è svolta oggi una riunione sull’emergenza Coronavirus con i Ministri della Salute dei Paesi confinanti con l’Italia. Al termine della riunione si è svolto un incontro con la stampa del Ministro Speranza a cui hanno partecipato il sottosegretario Sandra Zampa, il segretario generale del ministero Giuseppe Ruocco, il presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro e il direttore generale della programmazione sanitaria del Ministero della Salute, Andrea Urbani.

“Serve equilibrio”. “No agli eccessi di allarmismo che non hanno fondamento scientifico, deve guidarci la scienza e qui in Italia abbiamo i migliori scienziati del mondo. Non ha senso utilizzare la mascherina, la prudenza resta necessaria ma noi abbiamo assunto misure serie e rigorose. Va evitato l’allarmismo, che è spropositato e dannoso. Serve equilibrio”, è il monito lanciato da Speranza.

Sostegno all’Italia. “È una situazione che ci preoccupa ma non dobbiamo cedere al panico. Inoltre bisogna vigilare che non ci siano disinformazioni o informazioni xenofobe che mettono in pericolo il lavoro fatto dalle istituzioni. Noi siamo qui a garantire che venga dato il massimo sostegno all’Italia e ad ogni Paese membro”, ha detto Stella Kyriakides, commissaria Ue alla Salute dopo l’incontro con il ministro della Salute. “Se ci sono approcci divergenti possono essere un problema – ha aggiunto – la Commissione è pronta a coordinare. Peraltro mi felicito dell’iniziativa della presidenza croata di continuare a organizzare incontri con i ministri della Salute, è importante che ai contatti tecnici seguano confronti politici. Inoltre subito dopo questo incontro la Commissione produrrà una serie di indicazioni ai viaggiatori che vanno o tornano dalle zone a rischio”.

© Riproduzione Riservata

Commenti