l'incontro sul compostaggio al Palazzo dei Duchi di SantoStefano

Taormina. La Città di Taormina si prepara all’avvio del Compostaggio domestico e si registra intanto una importante partecipazione di residenti agli incontri informativi promossi ed organizzati dal Comune per informare i cittadini e prepararli alle pratiche da realizzare con questa iniziativa.

La parola agli esperti. La giornata d’avvio del corso di Compostaggio Domestico del Comune di Taormina, organizzato dall’esperto del sindaco Marco Monforte si è tenuta al Palazzo dei Duchi di Santo Stefano. Alla presenza del sindaco Mario Bolognari, che ha chiesto ai cittadini un sempre maggiore impegno sulle pratiche virtuose per la riduzione dei rifiuti, sono intervenuti: Melania Nicita, funzionaria del Dipartimento Acque e Rifiuti della Regione Siciliana, che ha sottolineato l’interesse dell’amministrazione regionale sulla pratica del Compostaggio in loco, di cui ha spiegato le tecniche e i benefici; il biologo Giuseppe Russotti, che si è occupato degli interessanti aspetti scientifici della trasformazione della massa organica in humus. Si è poi passati al corso vero e proprio, con gli interventi di Monforte, che sulla base dei dati comunali ha illustrato i grandi vantaggi del trattamento in loco della frazione umida, e le sue possibilità ed infine la Tekra ha spiegato con un suo agronomo la pratica del come realizzare un ottimo compost e l’uso corretto della compostiera. Si è poi svolto anche a Trappitello un incontro per gli abitanti della frazione. Il tutto con l’impegno e la collaborazione di Legambiente e del presidente Annamaria Noessing.

Il prossimo evento. La seconda e ultima giornata del Corso si svolgerà adesso mercoledì 26 febbraio, alle 16:30, con altri interventi da non perdere, a cura in particolare di Umberto Lore, dell’AIC, e dell’esperto di compostaggio Andrea Bartoli, con la presenza del presidente del Consiglio comunale. Lucia Gaberscek. “Compostaggio Domestico: il nostro contributo alla Green Economy”, è il tema dell’iniziativa lanciata dal Comune, che poi nei prossimi mesi, in una seconda fase, andrà a riguardare anche gli operatori economici della città.

© Riproduzione Riservata

Commenti