Luigi Di Maio

“Dall’Unità di Crisi della Farnesina ci siamo collegati nelle scorse ore con l’Ambasciata a Pechino per fare il punto sulla situazione Coronavirus in merito agli italiani presenti in Cina. Ad oggi abbiamo riportato in Italia circa 100 italiani che avevano chiesto assistenza, lo abbiamo fatto in condizioni di estrema sicurezza. Ognuno di loro è risultato negativo al test del Coronavirus. Il lavoro dell’unità di Crisi e del nostro corpo diplomatico è stato importante e va sostenuto da tutti”. Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio interviene sull’emergenza Coronavirus.

Italiani all’estero. “Si continua ad operare h24, sette giorni su sette, per monitorare e assistere centinaia di persone ogni giorno che hanno bisogno di aiuto. Anche grazie alle nostre Ambasciate siamo in continuo contatto con tutti gli italiani all’estero e con quelli rientrati in Italia. Uno sforzo immane da parte di donne e uomini della Farnesina che stanno lavorando senza sosta per supportare al meglio i nostri cittadini”.

L’evoluzione dei fatti. “Con il Consiglio dei Ministri di sabato sera, alla Protezione Civile, il governo ha varato una serie di misure straordinarie per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. La macchina operativa dello Stato sta lavorando senza sosta giorno e notte, monitorando l’evoluzione dei fatti e supportando chi ha bisogno. Come Farnesina abbiamo riportato in Italia tutti i connazionali bloccati all’estero che avevano chiesto di rientrare. Tutti ovviamente sono stati sottoposti a controlli prima della partenza e al rientro hanno seguito un rigido protocollo sanitario. Nei prossimi giorni faremo una riunione straordinaria al ministero degli Esteri per affrontare il tema del commercio estero e l’impatto che il Coronavirus sta avendo nell’economia delle nostre imprese. Non abbandoniamo nessuno, ve lo garantisco”.

© Riproduzione Riservata

Commenti