l'ospedale San Vincenzo di Taormina

Taormina. L’Asp Messina stringe i tempi per il piano finalizzato all’ampliamento dei parcheggi all’ospedale San Vincenzo di Taormina, sul quale c’è il placet della Regione Siciliana. L’iniziativa è stata avviata lo scorso anno dal direttore generale dell’azienda, dott. Paolo La Paglia. L’Asp di concerto con gli uffici di Palermo sta mettendo ora a punto la parte burocratica propedeutica a quello che sarà poi un project financing mirato a risolvere un atavico problema che affligge da tanti anni il presidio di contrada Sirina.

Bozza di project financing. “C’è un’interlocuzione che sta andando avanti in modo piuttosto spedito con la Regione Siciliana – evidenzia il dott. La Paglia – e c’è soprattutto una bozza di schema di project financing in fase di definizione”. L’Asp Messina ha chiesto all’Ufficio Speciale per la Progettazione, presso la Regione, di procedere all’avvio delle necessarie attività di indagine geologica e alle conseguenti attività propedeutiche allo studio di fattibilità.

Progetto in aggiornamento. L’area individuata si trova in un terreno sito a monte del presidio. L’Azienda sanitaria si è mossa anche per effettuare delle interlocuzioni con dei gruppi che sarebbero interessati a prendere parte alla procedura di project financing che verrà resa operativa nei prossimi mesi. “L’impegno che stiamo portando avanti in collaborazione con l’Ufficio Speciale per la Progettazione è giunto ad un punto importante, la progettazione è in fase avanzata. Le indagini geologiche e i rilievi nell’area scelta sono già in corso. Siamo fiduciosi di poter lanciare la proposta di project financing quanto prima e se non ci saranno intoppi burocratici credo che ciò potrà già avvenire nell’arco dei prossimi 6 mesi”.

il manager Paolo La Paglia

Le previsioni iniziali. La Paglia ha rivelato, poi, che il progetto in fase di stesura è stato modificato. Il parcheggio che si proverà a realizzare ricade, come detto, in un’area accanto all’ospedale, che è stata acquisita al patrimonio dell’azienda sanitaria e la futura struttura a sosta sarebbe collegata con percorsi coperti all’ingresso dell’ospedale. Inizialmente si prevedeva anche la realizzazione di una sala convegni e una sala ristorazione, che però a quanto pare ora non rientrano più nel progetto. Bisognerà vedere se invece ci sarà spazio per altre ipotesi che erano state fatte, ovvero un’elipista e una piastra da utilizzare come pista di atterraggio per elicotteri.

Progetto in aggiornamento. “La versione aggiornata del progetto – ha spiegato La Paglia – sta portando ad una rivisitazione delle strutture complementari previste e dei relativi, quindi si andrà a realizzare soltanto il parcheggio per una stima economica che si ammonta sui circa 8 milioni di euro, in linea con le finalità di supporto logistico all’attività sanitaria del presidio”.

Intesa Asp-Regione.Dunque dal maxi-progetto iniziale da 16 milioni si andrà a concretizzare, invece, un progetto più a “misura d’uomo” con un posteggio che distribuirebbe i 350 posti macchina su più piani collegati direttamente con l’ospedale. Regione e Asp hanno già siglato un’apposita convenzione. L’intesa concerne proprio l’affidamento della progettazione di fattibilità tecnica ed economica dei Lavori per la realizzazione di una struttura multipiano da adibire a parcheggi e servizi al “San Vincenzo”.

Vulnus di vecchia data. Potrebbe, in tal modo, essere sanato il vulnus della carenza cronica di posti auto a fronte della crescita esponenziale di utenti che raggiungono ogni giorno Taormina. I disagi si sono acuiti quando è stato chiuso il presidio di Giarre e l’utenza della cintura etnea si è riversata in gran numero su Taormina, con tanta gente che in particolare raggiunge ogni giorno il Pronto Soccorso di contrada Sirina. L’ampliamento dei posti parcheggi al servizio dell’ospedale di Taormina viene reclamato a gran voce da anni ormai da tanta gente, che chiede una svolta.

© Riproduzione Riservata

Commenti