Orlando Russo con Cateno De Luca

Taormina. Si preannuncia un braccio di ferro tra il Comune di Taormina e il Comune di Castelmola sull’intenzione da parte della Perla dello Ionio di istituire il senso unico, in direzione valle-monte, per il transito lungo la Circonvallazione. Si tratta dell’arteria che attualmente viene percorsa, sia in salita che in discesa e dalla quale l’utenza da Castelmola raggiunge il centro storico di Taormina, immettendosi lì e poi nella zona di Porta Messina-Via San Pancrazio. Per alleggerire la pressione sulla Circonvallazione, e di riflesso proprio sul perimetro di Porta Messina, la Giunta del sindaco Mario Bolognari è intenzionata a spostare i flussi in discesa, che potrebbero presto essere dirottati in galleria o in Via Roma, dove si ipotizza in particolare di far transitare poi i bus turistici attraverso mezzi più piccoli (pulmini da 8 metri). Sullo sfondo emerge, insomma, la querelle sui vettori dei bus che operano a Taormina nel settore turistico e sui quali Castelmola ha sempre ribadito la propria contrarietà ad una soluzione che lì dirotti dalla Circonvallazione ad altro percorso.

Strada provinciale. “Apprendiamo della volontà del Comune di Taormina di istituire il senso unico, valle-monte, per il transito nella Circonvallazione (arteria che porta poi a Castelmola) – afferma il sindaco di Castelmola, Orlando Russo -. Appare d’obbligo chiarire che la Circonvallazione non è un’arteria di competenza del Comune di Taormina e non è possibile, quindi, decidere in questi termini di cambiare il transito. La Circonvallazione (Sp10) è di competenza della Città Metropolitana, e dei Comuni di Taormina e Castelmola. Non può essere adottato nessun tipo di atto, ordinanza o altro, che venga disposto unilateralmente, senza il consenso della Città Metropolitana e senza il nostro. Qualsiasi intervento finalizzato a cambiare la viabilità sulla Circonvallazione va concordato per forza di cose con l’ex Provincia e con l’Amministrazione del Comune di Castelmola”.

“Taormina non ha titolarità”. “Sulla base dei buoni rapporti che ci sono con il sindaco di Taormina, con il quale abbiamo sempre condiviso le scelte e trovato soluzioni idonee – continua Russo -, sono convinto che anche questa volta troveremo di concerto delle soluzioni valide per questa problematica. Mi spiace evidenziare che l’assessore alla Viabilità, invece, a mio avviso non abbia compreso che il Comune di Taormina non ha nessuna titolarità sulle strade provinciali. Ma, come detto, sono convinto che con il sindaco di Taormina ci siederemo ad un tavolo e troveremo un punto di convergenza per risolvere il caso”.

“Accordo o rimuoviamo tutto”. “Auspico una risoluzione concordata della questione, se poi così non dovesse essere e se il Comune di Taormina vorrà adottare qualsivoglia atto unilaterale su una strada provinciale, prenderemo le opportune contromisure e provvederò con i miei vigili urbani a far rimuovere ogni elemento ostativo all’attuale viabilità che prevede il transito sulla circonvallazione sia in salita che in discesa da Castelmola verso Taormina”.

© Riproduzione Riservata

Commenti