arriva il senso unico sulla circonvallazione

Taormina. Via libera dei vertici di Palazzo dei Giurati ai primi provvedimenti per provare a riordinare la viabilità a Taormina sin da questa stagione turistica. A seguito di un vertice di maggioranza tenutosi nelle scorse ore l’aggregazione di governo che fa capo al sindaco Mario Bolognari ha deciso di introdurre alcune novità che scatteranno da qui a breve e che entreranno, quindi, in vigore a prescindere dalle scelte poi per la futura Ztl, probabilmente destinata invece a scattare nel 2021.

La novità principale. In particolare si è deciso l’ok al senso unico di marcia per la Circonvallazione. In pratica la centralissima arteria sarà percorribile soltanto in direzione valle-monte, con i mezzi che da Porta Messina e San Pancrazio si immetteranno sulla via Costantino Patricio e poi proprio sulla Circonvallazione, mentre non sarà più consentito il senso opposto in discesa per gli utenti che da Castelmola e da Taormina alta sin qui hanno percorso quotidianamente questa arteria. Gli utenti verranno dirottati in galleria, nel tunnel Monte Tauro cioè che collega la zona Sud con quella Nord e quindi i parcheggi Porta Catania e Lumbi. Altrimenti si potrà fruire della Via Roma, imboccando la Via Dionisio.

A prescindere dalla Ztl. Già alla vigilia del summit l’assessore Graziella Longo aveva evidenziato la necessità di far entrare in vigore alcune novità sin da questa estate, senza aspettare poi il futuro piano di controllo elettronico della viabilità con Ztl e telecamere, il cui iter rimane lungo e scatterà non prima del 2021.

Bus turistici in Via Roma? Rimane invece da definire la situazione dei bus turistici, che la casa municipale è pronta a far transitare sin dai prossimi mesi dalla Via Roma, con dei mezzi ovviamente più piccoli e confacenti a questa strada (pulmini corti, non superiori agli 8 metri). Sulla Via Roma rimangono delle perplessità anche perché il Comune ha dovuto disporre nei mesi scorsi delle indagini geologiche e nell’ottobre 2019 venne emanata ordinanza dal Comando di Polizia locale un’ordinanza, in via precauzionale, che ha decreto lo stop al transito veicolari per i mezzi del peso superiore a 2 tonnellate in vista delle opere di messa in sicurezza di un tratto di strada della Via Roma, nella parte antistante la Scesa Bastione. Si dovranno verificare le condizioni della Via Roma e potrebbe esserci una ricognizione sullo stato dei luoghi di concerto con il Genio Civile.

Alleggerire i flussi. L’orientamento che, in ogni caso, si sta consolidando è quello di alleggerire la Circonvallazione, facendo sì che il servizio dei vettori turistici nel centro storico, nella fase di discesa da Castelmola venga spostato altrove. Lo scorso anno si era ipotizzato di far passare i mezzi in galleria (tunnel Kitson) – soluzione poi naufragata – o in alternativa dirottare il tutto sulla discesa del “Continental” e poi in Via Roma.

L’ordinanza congelata. Attraverso una serie di modifiche, potrebbe così tornare d’attualità l’ordinanza sindacale che sarebbe dovuta entrare in vigore nel maggio 2019, poi rimasta congelata, a seguito della querelle sui bus turistici e per effetto di alcune valutazioni fatte dalla Regione, che espresse perplessità sul passaggio dei bus in galleria. Le novità che scatteranno in vista di quest’anno dovrebbero estendersi, in sostanza, lungo il perimetro viario tra le vie Pirandello, Costantino Patricio, Leonardo da Vinci (Sp10), San Pancrazio (viale e piazza), con l’idea di allargare il tutto alla Via Roma.

© Riproduzione Riservata

Commenti