Nino Valentino

Oggi 18 febbraio 2020 ricorrono i 40 anni dalla scomparsa di Nino Valentino, un uomo che rappresenta un pezzo di storia della città di Giardini Naxos e dunque una figura di rilievo dell’intero comprensorio di Taormina. Nell’occasione, i figli, Giuseppe (avvocato) e Paolo (giornalista del Corriere della Sera) – stimati professionisti del nostro territorio – hanno voluto ricordare il padre ripercorrendo su BlogTaormina le pagine più significative della sua vita.

Uomo di legge. “Nino Valentino è morto il 18 febbraio 1980. Aveva solo 56 anni. Sono passati 40 anni dalla sua scomparsa. E oggi vogliamo ricordarne la figura non solo agli amici, a quanti lo stimavano, alle tante persone che in lui hanno avuto un riferimento umano e politico, ma anche a chi, più giovane, non lo ha conosciuto. Nino Valentino è stato un partigiano nella Resistenza contro il fascismo. E’ stato un uomo di legge, avvocato penalista che ha difeso i diritti delle donne alla pari dignità. Dirigente del Partito Comunista Italiano, che contribuì a rifondare in Sicilia nel 1943, egli è stato in prima fila nella lotta alla Mafia, da segretario della Camera del lavoro di Trapani negli anni dell’occupazione delle terre e dei movimenti per il riscatto dei contadini”.

L’impegno politico e sociale. “Nella nostra provincia fu un leader politico protagonista di grandi battaglie per la difesa del territorio e contro la corruzione nella vita pubblica. Ma soprattutto Nino Valentino ha dedicato tutta la sua vita alla causa dei più deboli e di chi vive del proprio lavoro, alla lotta contro le ingiustizie sociali, all’emancipazione delle donne, incarnando un’idea alta della politica come servizio e strumento per migliorare la vita dei singoli e delle comunità in una società libera e tollerante. In un’epoca nella quale questi valori sembrano travolti e ogni giorno offesi da una classe politica senza qualità e convinzioni, il suo esempio rimane attuale e ci dice che l’ottimismo della volontà non deve mai soccombere al pessimismo della ragione. A noi, i suoi figli, che lo abbiamo amato e rispettato, resta il ricordo di un padre dolcissimo e attento, di una persona sensibile, colta e appassionata, scomparsa troppo presto dalla nostra vita e della quale ancora oggi sentiamo la mancanza”.

© Riproduzione Riservata

Commenti