l'assessore Graziella Longo

Taormina. Si stringono i tempi per la definizione delle scelte riguardanti la viabilità a Taormina e a poche ore del summit odierno a Palazzo dei Giurati, l’assessore Graziella Longo ha tracciato le linee guida del suo impegno, con l’obiettivo di attuare già da questa estate alcuni provvedimenti dediti ad avviare la rivisitazione del piano di circolazione in città, ed in particolare nel centro storico. Importanti novità sono in arrivo comunque sull’iter per il project financing sulla Ztl, sul quale l’assessore non fa mistero di alcune sue perplessità.

Non aspettare il 2021. “Insieme al sindaco e con tutta l’Amministrazione stiamo valutando la situazione e le decisioni da assumere sia nell’immediato che in prospettiva. Nella consapevolezza che il Comune di Taormina si trova a dover affrontare problematiche di carattere finanziario e di carenza di risorse umane (vigili urbani) – ha evidenziato l’assessore Longo – , ritengo che si debba iniziare a porre in essere quanto prima un’azione di riordino della viabilità, per migliorare le condizioni di vivibilità del territorio sia da parte dei turisti sia per i residenti. Sono convinta che si debbano adottare, in tal senso, alcuni provvedimenti essenziali, già in vista di questa stagione turistica, a prescindere da quelli che saranno i tempi e le modalità per la futura entrata in vigore del piano di controllo elettronico della viabilità mediante le Ztl. C’è la possibilità di assumere iniziative compatibili e complementari con le zone a traffico limitato”.

Contenere gli accessi. Longo vuole dare, insomma, un segnale già a partire da questa stagione turistica in un settore da sempre rivelatosi complicato da affrontare per tutte le amministrazioni di Taormina. Il piano “Smart mobility management”, (Ztl a controllo intelligente) potrebbe essere oggetto di significative modifiche ed in tal senso l’assessore intende snellire i contenuti e gli obiettivi della proposta di project financing: “Posso soltanto dire che alcuni aspetti ritengo debbano essere rivisti, la Ztl deve far sì che a Taormina si possa contenere l’afflusso di auto e mezzi che rendono invivibile il centro della città nei mesi storici, bisogna regolamentare l’accesso al centro storico, la considero una misura di viabilità ma anche ambientale che deve contribuire a migliorare proprio la vivibilità di visitatori e residenti, abbattendo i tassi d’inquinamento e limitando la pressione veicolare di cui soffre Taormina. La previsione di 600 stalli di strisce blu nel progetto non va in questa direzione”.

Circonvallazione a senso unico. Si va verso la realizzazione di alcune novità che il sindaco sta valutando in prima persona, di concerto con la Giunta. Il primo cittadino già nell’ordinanza che era stata predisposta lo scorso anno, e poi rimasta “congelata”, prospettava il senso unico sulla Circonvallazione (monte-valle) che potrebbe ora diventare realtà.

Sbarra elettronica e pass. L’assessore Longo, infine, vuole concretizzare una riduzione del numero delle autorizzazioni per l’accesso alla sbarra elettronica di Via Timeo ma anche e soprattutto per abbattere l’eccessivo numero di pass sinora in circolazione a Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti