il presidente del Consorzio Centro Commerciale Naturale Taormina, Salvo Fiumara

Taormina. La crociata per la riattivazione dei Centri Commerciali Naturali in Sicilia parte da Taormina. Il presidente del Consorzio Centro Commerciale Naturale Taormina, Salvo Fiumara, ha avviato infatti i contatti con i vari centri commerciali naturali dell’isola, ed i rispettivi referenti, per valutare l’opportunità di un’azione congiunta con la quale chiedere alla Regione di restituire operatività ai consorzi costituiti quasi dieci anni fa e poi di fatto rimasti paralizzati nel periodo del Governo Crocetta.

Disastro crocettiano. “Vogliamo provare a capire se ci sono le condizioni per far ripartire i Centri Commerciali Naturali, che possono avere un ruolo importante nei territori, come lo hanno avuto nel periodo in cui hanno avuto modo di poter portare avanti la propria azione. Come ho avuto modo di dire a suo tempo, l’allora Governo Crocetta ha, di fatto, decretato la fine del Consorzio Centro Commerciale Naturale di Taormina e di tutti gli altri della Sicilia”. Fiumara ha evidenziato come aver bloccato i consorzi abbia determinato “un danno enorme agli operatori economici”.

Nessuna risposta. Lo stesso Fiumara aveva chiesto, a più riprese, un incontro presso gli uffici della Regione per fare il punto della situazione ma le sue email non hanno trovato alcuna risposta. La realtà del Centro Commerciale Naturale di Taormina è nata nel 2011 ed aveva svolto un ruolo prezioso nel contesto dell’economia locale, ottenendo dei finanziamenti per gli operatori economici di Taormina. “Ma tutto questo impegno è stato poi vanificato”, ha rimarcato Fiumara. La paralisi dei centri commerciali naturali sarebbe coincisa con il trasferimento di competenze dall’assessorato alle Attività Produttive a quello dei Carburanti, che non avrebbe mostrato interesse a portare avanti le istanze di questa tipologia di ente.

Adesioni in stand by. L’assenza di interlocuzione non ha permesso una valutazione congiunta della situazione e nel caso di Taormina tra l’altro erano pronti ad aderire al Centro Commerciale Naturale di Taormina altri commercianti. “Avevano dato la loro disponibilità ad entrare e a rafforzare questa nostra realtà, ma poi sono mancate le condizioni per andare avanti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti