Danilo Bevacqua, presidente del Consiglio comunale di Giardini

Giardini Naxos. Si avvicina l’appuntamento con il ritorno delle urne e la lunga volata verso il voto a Giardini Naxos continua a riservare sorprese. I candidati già ufficiali sono 6 e altri ancora potrebbero presto aggiungersi alla già certa volata che vedrà protagonisti Agatino Bosco, Seby Cavallaro, Nino Falanga, Lilly Labonia, Giuseppe Cacciola e Giorgio Stracuzzi. Lunedì scorso era arrivato, in tal senso, il passo indietro del presidente del Consiglio comunale, Danilo Bevacqua che si era detto pronto a sostenere la candidatura di Stracuzzi.

“Ulteriori valutazioni”. Ma proprio nelle scorse ore il gruppo politico di Bevacqua avrebbe convocato il presidente del Consiglio comunale per una riunione nella quale fare il punto della situazione e lo avrebbe invitato ad ulteriori valutazioni ed approfondimenti sulla situazione e le scelte da compiere. Dopo la disponibilità data da Bevacqua a rinunciare alla propria candidatura con un passo indietro e a sancire l’alleanza con l’ex direttore del Centro Grandi Ustioni di Catania, non si esclude, insomma, che tutto possa tornare in discussione con qualche mossa a sorpresa da parte del presidente del Civico consesso.

“Risiko delle poltrone”. “Si dicono parecchie cose in queste ore – ha detto Bevacqua. Ho già detto abbastanza, in tanti mi stanno chiamando, io di certo in questa campagna elettorale non ho cercato nessuno. Il risiko delle poltrone non mi appassiona. Io sono coerente con le mie idee e non le cambio, se altri hanno preclusioni o danno priorità ai soliti tatticismi e alle confuse frenesie da campagna elettorale, non è un mio problema”.

“Schiettezza con i cittadini”. “Ho sempre messo il bene della mia città davanti a tutto e tutti – continua Bevacqua -, altre logiche non mi appartengono. In questo scenario in cui la comunità è spaccata da tante candidature, o ci si mette davvero al servizio della gente e ci si presenta davanti ai cittadini nella più totale schiettezza, con una proposta credibile per il rilancio di Giardini o non si va da nessuna parte. Non è più tempo di promesse. Questo vale per tutti, nessuno escluso”.

Altre nomination. Intanto, come detto, si attendono altre mosse, a partire dall’ex sindaco Antonio Veroux che potrebbe rompere gli indugi e scendere in campo, così come un altro candidato potrebbe essere proposto dal Movimento Cinque Stelle, con il locale meetup che sarebbe pronto a lanciare nella contesa per la sindacatura il giovane Giuseppe Leotta.

© Riproduzione Riservata

Commenti