Salvo Cilona, consigliere di opposizione

Taormina. Il futuro di Asm sarà oggetto di una seduta ad hoc di Consiglio comunale. L’opposizione ha presentato, infatti, una richiesta di convocazione urgente dell’assemblea per affrontare i nodi irrisolti dell’azienda. A presentare l’odg è stato il consigliere Salvo Cilona: adesso il presidente del Civico consesso, Lucia Gaberscek, procederà alla previsione della data dell’apposita seduta in cui si affronterà il tema della municipalizzata, in liquidazione dal settembre 2011 ma i cui tempi di fuoriuscita dal commissariamento non sono stati ancora definiti.

La replica. Cilona ha anche replicato all’attacco arrivato dai banchi della maggioranza, quando in occasione della recente trattazione del punto sulle linee guida del Piano comunale anti-corruzione la minoranza non era in aula e dalla coalizione di governo era arrivata una bordata da parte del presidente della Prima Commissione consiliare, Salvo Brocato (“Se invece si fosse parlato, magari, di assunzioni Asm o per la raccolta della spazzatura avremmo avuto l’aula piena”).

“Cuttigghio”. “Se vogliamo parlare di Asm – ha detto ora Cilona -, chi fa la coda in azienda sono i consiglieri di maggioranza. Non noi, ma loro. Scendono a beatificare il liquidatore, ad accoglierlo quando arriva e a fare “cuttigghio” (a chiacchierare). Noi non abbiamo niente da chiedere e niente da dire. Mi dicono, per altro, che quando c’era in Asm Pappalardo non c’era mai nessun politico che scendeva da lui in Asm, oggi c’è la coda e la politica va all’Asm. L’azienda sarà comunque oggetto di discussione politica”.

Lo stato dell’arte. “Da un anno e mezzo si parla tanto di Asm – afferma Cilona – ma di sostanza sinora se ne vede pochissima. Prima delle festività di Natale avevo detto al collega Salvo Brocato, presidente della Prima Commissione Consiliare che le difficoltà di Asm sono evidenti e che è opportuno venga convocato un Consiglio comunale su Asm, alla presenza del liquidatore Antonio Fiumefreddo e del consulente contabile e fiscale, Enrico Spicuzza, per capire a che punto siamo con lo stato dell’arte sulla chiusura della liquidazione”.

Seduta urgente. “L’attuale liquidatore- ha concluso Cilona – è stato nominato con delibera n.47 del 29 agosto 2019 e oggi siamo quasi a 7 mesi da quella delibera che ha conferito un incarico per un periodo di 8 mesi. A questo punto, la priorità assoluta è quella di cercare una soluzione, magari condivisa, per risolvere il problema di Asm, perché l’azienda era e resta una delle criticità evidenziate dai revisori dei conti anche per il bilancio del Comune. Per questo ho inteso chiedere la convocazione di una seduta urgente, ad hoc, di Consiglio comunale. Va inserito all’ordine del giorno dei lavori questo argomento, tenendo conto del parere dei revisori sul bilancio del Comune ma anche viste delle recenti determine con incarichi conferiti a dei professionisti. Chiediamo si apra un dibattito immediato”.

© Riproduzione Riservata

Commenti