operazione contro il narcotraffico

Una vasta ed importante operazione, coordinata dalla Dda di Catania, contro narcotrafficanti che importavano ingenti quantitativi di cocaina nel nostro Paese è scattata nelle scorse ore tra Italia, Spagna, Messico e Colombia.

L’operazione internazionale. Sono sette le misure restrittive, un fermo per due indagati e un ordine di arresto internazionale per altri cinque, in corso di esecuzione da parte della Guardia di Finanza del comando Provinciale di Catania, con il supporto e la collaborazione della Direzione centrale per i servizi antidroga (Dcsa) e del Servizio centrale investigazione criminalità organizzata (Scico).

I provvedimenti. Sono state fermate due persone in Italia ed eseguiti, in Spagna, due dei cinque arresti internazionali. Tre persone sono attualmente irreperibili. I fermati in Italia sono stati arrestati nei pressi del Lago di Garda. Tra i due presi in Spagna c’è invece un italiano emigrato nel Paese iberico e un uomo originario di Barcellona.

“Venditori di morte”. Sequestrati 406 chili di cocaina oggetto anche di una consegna controllata da Bogotá a Catania, dopo una rogatoria della Procura Distrettuale etnea all’autorità della Colombia. La droga arrivava a Catania e, di riflesso, diventava poi roba destinata ai pusher che oltre al capoluogo etneo si muovono poi anche fuori zona, e i “venditori di morte” che raggiungono spesso il versante ionico ed in particolare Taormina e Giardini Naxos.

© Riproduzione Riservata

Commenti