Bernard Arnault

Taormina. Bernard Arnault si conferma non soltanto l’uomo più ricco del pianeta ma anche e soprattutto un signore della solidarietà, un miliardario che non perde occasione per aiutare chi soffre. Lvmh, la multinazionale dell’imprenditore francese che a Taormina detiene la proprietà degli hotel Timeo e Villa Sant’Andrea, ha reso noto, infatti, di essersi impegnata a versare 16 milioni di renminbi (l’equivalente di 2 milioni di euro) all’associazione cinese della Croce Rossa per l’acquisto di materiale medico a Wuhan.

Sconfiggere il virus. “È molto presto – ha detto Arnault – per avere una risposta sulle conseguenze che avrà. Detto questo, il virus è apparentemente un po’ meno aggressivo di quello della Sars di Hong Kong (che si verificò nel 2003). Inoltre, il governo cinese ha reagito in maniera estremamente solida e la sua efficienza nella gestione di tutto quanto ruota attorno all’epidemia dovrebbe avere un impatto eccellente. Abbiamo l’impressione che l’epidemia dovrebbe essere sotto controllo entro la metà di marzo, secondo quello che ho letto. Finalmente”.

© Riproduzione Riservata

Commenti