Giuseppe Conte

Giuseppe Conte è rientrato a Roma dopo vari incontri istituzionali all’estero e ha così fatto il punto della situazione. “Questa mattina, a Londra, insieme al Premier Boris Johnson abbiamo lanciato la Cop26, la conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. Spetta all’Italia coordinare quest’anno questo importante evento, in partenariato con il Regno Unito. A seguire con il Primo Ministro britannico ho avuto un proficuo incontro bilaterale: a pochi giorni dall’uscita dall’Unione Europea, abbiamo ragionato su come intensificare i rapporti tra i nostri Paesi, con la garanzia di massima protezione per i nostri connazionali che vivono in Gran Bretagna. Subito dopo, nei locali della nostra Ambasciata a Londra, ho incontrato i Mittal per rilanciare gli obiettivi posti a base del negoziato in corso tra le parti, confidando di giungere ad un accordo in vista della prossima udienza fissata a Milano il 7 febbraio”.

Green Facility. “A Bruxelles ho avuto modo di incontrare i vertici delle Istituzioni europee. Ho incontrato la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen alla quale ho ribadito l’intenzione dell’Italia di accedere ai fondi europei per il Cantiere Taranto e per operare la conversione energetica dell’ex-Ilva; ho anticipato alla Presidente che il Governo italiano farà pervenire una proposta di revisione del Patto di stabilità e crescita in modo da favorire quella che ho definito “Green Facility”, una flessibilità specificamente dedicata agli investimenti verdi. Ho incontrato poi il Presidente del Consiglio europeo Charles Michel, con il quale abbiamo affrontato il tema del complesso negoziato in corso per giungere ad approvare il Quadro Finanziario Pluriennale. Ho chiarito quali sono le nostre priorità e le nostre linee rosse. Il settore agricolo è in sofferenza e il rilancio delle aree più disagiate richiede adeguati investimenti. Occorre maggiore ambizione”.

Il passo da tenere. “Infine, ho incontrato il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli, con il quale abbiamo toccato questi e altri temi anche in vista del dibattito sul funzionamento delle Istituzioni europee che si svilupperà con la Conferenza sul futuro dell’Europa. Una giornata fitta di impegni, di discussioni, di progetti per tutelare gli interessi degli italiani. La priorità deve esse questa e le giornate vanno vissute a ritmo sostenuto: questo è il passo che bisogna tenere per rispondere con efficacia e concretezza alle esigenze dei cittadini. Tutti uniti con i Ministri e i Parlamentari che si sono impegnati a sostenere il Governo”.

© Riproduzione Riservata

Commenti