Taormina, via Roma
Via Roma

Taormina. Aspettando il piano viario con le Ztl e telecamere, che sembra destinato a slittare al 2021, prendono forma intanto le prime novità che potrebbero scattare in primavera, anticipando la futura “rivoluzione” della viabilità in città. La casa municipale sta stringendo i tempi per riportare d’attualità l’ordinanza che sarebbe dovuta entrare in vigore già il 6 maggio 2019 e poi “congelata” per la querelle sui bus turistici.

La premessa. L’obiettivo, o per meglio dire la premessa al tentativo di rimescolare le carte dell’attuale geografia viaria locale, era e resta quello di alleggerire il traffico veicolare sulla Circonvallazione, passando dal doppio senso di circolazione al transito soltanto in direzione valle-monte. E allora potrebbe arrivare il via libera al tentativo da parte del Comune di far transitare, a partire dalla primavera, i bus turistici dalla Via Roma.

L’ordinanza. E’ un’ipotesi della quale si era parlato già lo scorso anno ma che aveva suscitato non poche perplessità. Ancora adesso a suscitare dubbi in città è la situazione di un’arteria, dove per altro il Comune ha dovuto disporre di recente delle indagini geologiche. Già dallo scorso ottobre 2019, il Comune ha disposto con apposita ordinanza del Comando di Polizia locale, in via precauzionale, lo stop al transito veicolari per i mezzi del peso superiore a 2 tonnellate in vista delle opere di messa in sicurezza di un tratto di strada della Via Roma, nella parte antistante la Scesa Bastione.

Pulmini corti. Ora si valuta di far convergere in questa arteria il passaggio dei bus turistici, ma evidentemente non i pullman ma pulmini “corti”, di dimensioni cioè non superiori agli 8 metri. Da verificare poi anche quanti vettori verranno autorizzati al transito, essendo necessario non intasare una strada dove normalmente transitano i mezzi dei cittadini e anche i pulmini di diverse attività ricettive della zona che trasportano i clienti negli alberghi.

Circonvallazione a senso unico. L’orientamento che si sta consolidando è quello di alleggerire la Circonvallazione, facendo sì che il servizio dei vettori turistici nel centro storico, nella fase di discesa da Castelmola venga spostato in galleria (tunnel Kitson) o in alternativa dirottato sulla discesa del “Continental”. L’ordinanza che attraverso una serie di modifiche, rispetto alla precedente stesura, potrebbe essere definita da qui a breve interesserà il perimetro viario tra le vie Pirandello, Costantino Patricio, Leonardo da Vinci (Sp10), San Pancrazio (viale e piazza), e come detto sta spuntando a sorpresa l’idea di allargare il tutto alla Via Roma.

© Riproduzione Riservata

Commenti