Antonio Fiumefreddo

Taormina. Pioggia di richieste di avanzamento dei parametri da parte dei dipendenti di Asm Taormina e il liquidatore Antonio Fiumefreddo incarica un legale per fare fronte alla questione che si trascina irrisolta ormai da tempo e rischia di accendere ulteriormente il clima in azienda proprio nella fase in cui bisogna accelerare le procedure per la fuoriuscita dalla liquidazione.

L’altro incarico. La mossa di Fiumefreddo arriva pochi giorni dopo la decisione di conferire, con altra determina, un incarico – con impegno economico di 18 mila euro per Asm – ad “un legale specialista in diritto societario (l’avvocato Vincenza Bonaviri) per definire le modalità e i tempi e quindi curare il processo di uscita dallo stato di liquidazione per ciò che riguarda l’aspetto giuridico”.

Pianta organica. In questo caso, invece, è stato dato incarico all’avvocato Giuseppe Berretta in oggetto al contenzioso riguardante le varie istanze di dipendenti in forza ai vari settori della municipalizzata che hanno chiesto il riconoscimento di mansioni superiori nell’organico di Asm. “Sono state presentate numerose richieste di riconoscimento di parametro superiore da parte di dipendenti di vari settori – spiega Fiumefreddo nell’incarico -. Asm è in liquidazione e non si può procedere con una riorganizzazione immediata della pianta organica. Si ritiene tuttavia di dovere procedere a valutare le situazioni esistenti per predisporre un nuovo assetto organizzativo da attuare al momento dell’uscita della liquidazione”.

La motivazione. “Occorre evitare che il contenzioso in atto costituisca motivo di spesa – prosegue Fiumefreddo -, e laddove l’azienda fosse in difetto appare più conveniente procedere ad un eventuale riconoscimento con conseguente transazione con il dipendente lavoratore. In tale ottica, per la delicatezza e l’importanza che la questione riveste per il futuro di Asm, si ritiene di affidare ad un legale giuslavorista l’attività di consulenza in tal senso. In seguito all’avviso per il rinnovo dell’albo dei professionisti di Asm , sono stati inseriti vari giuslavoristi, tra cui l’avvocato Giuseppe Berretta, al quale si ritiene di affidare l’incarico dopo la valutazione del curriculum”.

La parcella. “Su richiesta di Asm – conclude Fiumefreddo – l’avvocato Berretta (del Foro di Catania) ha presentato una proposta di parcella per l’importo di 21 mila 886 euro”. Berretta è stato nominato consulente esterno di Asm “per la durata di un anno”, con “invito a rendere costantemente informata l’azienda su ogni fase e aspetto del procedimento”.

© Riproduzione Riservata

Commenti