i lavori al canale di gronda

Taormina. Avviati dal Comune di Taormina interventi di pulizia e manutenzione del canale di gronda a Trappitello. Si tratta di un’infrastruttura realizzata dopo l’inondazione degli Anni Ottanta per salvaguardare l’intera frazione in caso di alluvioni, ora ripulita dopo un periodo di circa quatto anni.

Il pericolo. “Da anni non si interveniva – afferma il sindaco Mario Bolognari – e quindi era necessario ed urgente farlo. Con delibera del 3 dicembre scorso la Giunta comunale, su proposta dell’assessore Enzo Scibilia, ha stanziato fondi per 31 mila euro. E adesso si stanno effettuando gli opportuni interventi che potranno garantire la sicurezza ambientale della frazione”. “Si può ben notare – conclude Bolognari – l’accumulo di materiale che pericolosamente ostruiva il canale e come si presenta adesso dopo i lavori, con una differenza significativa che rende l’idea sulla portata dell’intervento effettuato dal Comune”.

Ora il torrente Santa Venera. Adesso l’obiettivo è quello di reperire al più presto i fondi per la ripulitura del torrente Santa Venera, per un’opera altrettanto importante, in quanto il corso d’acqua scorre all’altezza di Trappitello ma attorno interessa zone abitate sia di Taormina che di Giardini e Castelmola. In quest’ultimo caso alcune abitazioni sono anche rimaste isolate per alcuni giorni in passato, in concomitanza con gli eventi piovosi in zona, e anche per questo si auspicava e si continua a richiedere con forza che il torrente venga ripulito e che vengano rimossi ostacoli come i canneti e le sterpaglie che ad oggi rischiano di occludere il normale scorrimento delle acque. Su questo fronte rimane l’occhio vigile dei residenti, e non a caso c’è stato un monito ad intervenire, a più ripreso lanciato in particolare dal comitato “Amici delle Contrade” ed anche da Legambiente.

© Riproduzione Riservata

Commenti