la fascia tricolore

Giardini Naxos. Si accende la contesa politica a Giardini Naxos dove è già scattata la lunga volata verso le elezioni amministrative di primavera. La corsa alla successione del sindaco Nello Lo Turco appare quanto mai incerta e caratterizzata da numerosi pretendenti alla prima poltrona di Palazzo dei Naxioti. Con molta probabilità si verso un vero e proprio boom di sfidanti al governo al città.

Sfidanti ufficiali. E’ già ufficiale da tempo la candidatura di Agatino Bosco, l’ex presidente del Consiglio, sconfitto al fotofinish alle Amministrative 2015 per soli 3 voti dall’attuale sindaco Lo Turco. Anche l’attuale presidente del Consiglio, Danilo Bevacqua si è detto intenzionato a scendere in campo per la sindacatura, ed è certa anche la candidatura di Giuseppe Cacciola, anche lui già protagonista delle elezioni comunali 2015. A queste tre candidatura si è affiancata anche quella di Nino Falanga, ex sindaco di Giardini che ha sciolto la riserva e ufficializzato il suo impegno. Falaga punterà alla rielezione dopo il mandato che lo vide al vertice della città tra il 1994 e il 1998. Le elezioni 2020 a Giardini potrebbero avere tra i protagonisti un altro ex sindaco di Giardini, Antonio Veroux: anche in questo caso si parla già da tempo in città, con insistenza, di una candidatura e da qui a breve potrebbe arrivare la conferma ufficiale in tal senso.

Contesa da record. La sfida delle Comunali di primavera a Giardini si preannuncia ricca di competitori come probabilmente mai era accaduto nella storia della città e a conclusione del decennio di sindacatura di Nello Lo Turco si va verso quello che potrebbe essere un autentico record di candidati in campo per il governo della città, con tanti candidati a sindaco e un gran numero di liste. Ricordiamo che ogni candidato sindaco si presenterà all’appuntamento elettorale con una lista e dovrà presentare 12 candidati al Consiglio comunale.

Doppio annuncio. Da qui alle prossime settimane il quadro politico potrebbe ora cristallizzarsi con ulteriori candidature ed almeno un ulteriore doppio annuncio. Potrebbe rompere gli indugi e scendere in campo Lilly Labonia, già presidente del Consiglio comunale, ed è molto probabile anche la candidatura di Seby Cavallaro (ex assessore dell’allora Giunta Giglio, e che anche lui fu tra i competitori delle Comunali 2015).

Stracuzzi in campo. Inoltre si parla con sempre maggiore insistenza di una candidatura a sorpresa del dott. Giorgio Stracuzzi, già direttore del Centro Grandi Ustioni e Chirurgia Plastica del presidio ospedaliero “Cannizzaro” di Catania.

Cinque Stelle. Infine, il Movimento Cinque Stelle potrebbe proporre un proprio candidato ed in pole position qui tra i pentastellati ci sarebbe il giovane Giuseppe Leotta.

© Riproduzione Riservata

Commenti