Taormina voterà un regolamento sul testamento biologico

Taormina. Arriva in Consiglio comunale a Taormina la questione etica delle volontà di fine vita per le persone gravemente malate. L’assemblea si appresta, infatti, ad affrontare una proposta di delibera concernente un regolamento per l’istituzione del Registro Comunale delle Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT).

Si può scegliere. Il Testamento Biologico o Dichiarazione Anticipata di Trattamento fa riferimento alla manifestazione di volontà di una persona, capace di intendere e di volere, che indica preventivamente i trattamenti medici cui essere sottoposto nel caso in futuro si trovasse nelle condizioni di incapacità di esprimere il proprio diritto di acconsentire o non acconsentire alle cure proposte. L’argomento verrà inserito dal presidente del Consiglio, Lucia Gaberscek, all’ordine del giorno dei lavori consiliari delle prossime sedute d’aula.

Auto-dichiarazione. La delibera in questione propone, con un regolamento che si compone di 9 articoli, di istituire il registro comunale della Dat, con la relativa disciplina della materia. L’iscrizione al registro è riservata ai soli cittadini residenti nel Comune, e ha come finalità di acconsentire l’iscrizione nominativa, mediante auto-dichiarazione, di tutti i cittadini che hanno redatto una disposizione di trattamento con indicazione del fiduciario e di un eventuale fiduciario supplente, allo scopo di garantire la certezza della data di presentazione e la fonte di provenienza.

La procedura. L’atto, se esitato dal Consiglio comunale, demanderà all’ufficio di Stato Civile la gestione dell’iniziativa nonché l’organizzazione del registro e l’adozione delle singole e conseguenti modalità operative, con la supervisione del responsabile dei Servizi Demografici ed in coordinamento con il responsabile dell’Area Servizi alla Persona, dando atto che il sindaco quale ufficiale di governo ne sovrintenda l’attuazione. Inoltre i responsabili dei relativi uffici competenti (Servizi Demografici e Servizi Informatici) dovrebbero adottare le implementazioni tecniche necessarie per utilizzare il registro delle dichiarazioni anticipate di trattamento informatizzato, predisponendo l’apposita modulistica prevista dalla normativa vigente ed integrata con la soluzione informatizzata dal Comune.

Scelta di coscienza. In definitiva, Con le Dat o Testamento Biologico il cittadino potrà esprimere le proprie volontà rispetto alle cure e ai trattamenti ai quali vorrà essere sottoposto in previsione del fatto che possa trovarsi nell’incapacità di decidere o di comunicare le proprie scelte. Una scelta da fare in coscienza, e che non potrebbe essere compiuta se un giorno si dovesse invece perdere la facoltà di poter decidere sulla propria vita. Come avvenne ad esempio con Piergiorgio Welby che, inchiodato al letto dalla distrofia muscolare, chiese l’interruzione delle cure per porre fine alle sue sofferenze nell’ormai lontano 2006. Storie di sofferenze e scelte drammatiche, anche molto discusse, come quella, hanno portato le Istituzioni a cercare una soluzione affinchè si stabilisca come e dove porre il confine alla libertà di cura o all’accanimento terapeutico.

Registrare la volontà. Con la legge del 2017 è stato stabilito ad esempio che è possibile decidere che in caso di bisogno si possono rifiutare l’idratazione e la nutrizione somministrate tramite dispositivo medico, come il sondino nella pancia, perché considerate terapie. Il cittadino può esprimere la propria volontà registrandola presso il proprio Comune o presso un notaio e se si dovesse presentare la necessità i medici la dovranno rispettare. Agli operatori sanitari resta la possibilità di fare appello all’obiezione di coscienza. Nell’ultima relazione al Parlamento del Ministero della Salute sul tema in Italia risultavano depositate oltre 62 mila Dat nei Comuni italiani. Non entrano nel calcolo quelle registrate presso gli studi dei notai. La Banca dati quindi conterrà le Dat raccolte dai Comuni (e dalle Regioni) che avranno attivato la registrazione con proprio atto.

© Riproduzione Riservata

Commenti