Polizia locale in Corso Umberto

Taormina. Arrivano 10 Lsu al Comune di Taormina per affrontare l’emergenza “uffici sguarniti” ma la decisione dell’Amministrazione crea, di riflesso, malumori nel Corpo di Polizia locale. I vigili urbani continuano ad attendere, infatti, una svolta per il potenziamento dell’organico ridotto a 7 unità disponibili al servizio: una svolta che tarda ad arrivare e che appare, tuttavia, imprescindibile in vista della stagione turistica.

Faccia a faccia. I vigili urbani potrebbero perciò chiedere nei prossimi giorni un faccia a faccia con la Giunta per affrontare la situazione in un confronto con il sindaco Mario Bolognari e con l’assessore Graziella Longo. Viste le ben note carenze del personale, i vigili spingono affinché venga data priorità al potenziamento dell’organico.

Emergenza irrimandabile. Ne ha bisogno il Corpo di Polizia locale ma, più in generale, la città, visti i numerosi servizi che sono chiamati a garantire ogni giorno sul territorio gli ufficiali ed agenti guidati dal Comandante Agostino Pappalardo. Per questo, dopo la decisione della Giunta di procedere al transito negli organici del Comune di dieci lavoratori utilizzati in attività socialmente utili (è atteso ora l’ok della Regione), i vigili urbani vorrebbero che sia affrontata in tempi stretti l’emergenza che li riguarda da vicino, con un settore strategico ridotto ai minimi termini in quanto a risorse umane disponibili.

Deroga e assunzioni. In particolare verranno chieste rassicurazioni sulla volontà dell’Amministrazione di inserire nel redigendo bilancio di previsione e nello schema 2020-2022 la richiesta al Ministero dell’Interno di deroga all’attuale blocco alle assunzioni. L’ipotesi di potenziamento sulla quale si ragiona già da alcuni mesi è quella di integrare un numero di contrattisti a comando tra le 6 e le 8 unità ed inoltre 5 o 6 unità attraverso l’istituto della mobilità. Di certo c’è che i vigili urbani non intendono affrontare la prossima stagione estiva nuovamente in condizioni di emergenza e se non dovessero arrivare i rinforzi, non si esclude che il personale possa decidere di avviare lo stato di agitazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti