Galleria Montetauro
Galleria Monte Tauro

Taormina. Il Comune di Taormina avvia il monitoraggio della galleria Monte Tauro. Quando sono trascorsi 16 anni ormai dall’avvenuta apertura del tunnel che collega i parcheggi Lumbi e Porta Catania, il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Enzo Scibilia ha disposto l’assegnazione di somme agli uffici comunali per controllare la situazione delle fessurazioni ai calcestruzzi della galleria. L’ing. Vincenzo Pluchino, con una nota del 14 gennaio scorso, attenziona che la Commissione nell’Atto di Collaudo del 22 febbraio 2013, inerente i lavori di collegamento sotterraneo tra i versanti Nord e Sud del centro storico di Taormina e parcheggi sotterranei, disponeva allora proprio un adeguato monitoraggio delle fessurazioni ai calcestruzzi riscontrati nella galleria Monte Tauro.

Verificare il degrado. “Il lasso di tempo trascorso – (di oltre quattro lustri dall’entrata in funzione del tunnel) – evidenzia Scibilia – rende necessario che il Comune provveda ad eseguire un’attività dedita a monitorare il degrado o meno delle fessurazioni ai calcestruzzi della galleria”. Per questo sono stati impegnati dal forziere di Palazzo dei Giurati (nel redigendo bilancio 2020-2022) 12 mila euro per andare ad eseguire in tempi stretti le opportune verifiche del caso e così stabilire se vi siano situazioni di fragilità in essere all’interno della galleria e se eventualmente si rendano, quindi, necessari dei lavori, o se invece sia tutto in condizioni opportuni.

Lavori urgenti. Il vicesindaco ha sottolineato che “questi lavori, oltre ad essere espressamente previsti per legge, rivestono carattere di particolare urgenza in quanto sono rivolti a garanzia dell’incolumità pubblica e privata, e pertanto il mancato intervento potrebbe causare la caduta di calcestruzzi della volta della galleria, arrecando contenziosi e di conseguenza danno patrimoniale all’ente”. Agli uffici dell’Area Urbanistica e Lavori pubblici è stato ora disposto di procedere in tempi stretti per la predisposizione dei relativi adempimenti con l’adozione degli atti gestionali necessari a fare scattare quanto prima le verifiche che dovranno essere poste in atto per analizzare lo stato dei luoghi ed eventualmente procedere ai lavori che potrebbero rendersi necessari.

© Riproduzione Riservata

Commenti