il parcheggio Porta Pasquale

Taormina. Via libera in arrivo per il passaggio del parcheggio Porta Pasquale dal Comune all’Asm. Si avvia a diventare realtà il trasferimento del parcheggio comunale all’azienda municipalizzata, andando ad affiancare altri due posteggi di cui è titolare l’ente locale ma da tanti anni concessi in affitto alla gestione della partecipata: il Lumbi (dal 1995) e il Porta Catania (dal 2004). Dalle ricorrenti voci che a più riprese sembravano portare in questa direzione (ma che non si sono mai concretizzate) si sta per passare adesso al passaggio effettivo, che potrebbe concretizzarsi già in primavera o al più tardi entro la fine di quest’anno.

La scelta. Sono ormai cadute le perplessità su questa soluzione dell’Amministrazione, che sta entrando nell’ordine di idee di dare il parcheggio in affidamento ad Asm. Ulteriori conferme, in tal senso, sono arrivate anche a margine dell’incontro di mercoledì scorso tra i vertici di Asm e i sindacati dei lavoratori. A sollecitare il Comune, d’altronde, verso una scelta sul futuro del Porta Pasquale erano stati di recente anche i revisori dei conti ritenendo “anomalo” che il Comune “gestisca questo parcheggio quando Asm ha la gestione di tutti gli altri posteggi comunali”. “Per noi non ha senso”, ha evidenziato il presidente dei revisori, Margherita Fontana. “Tra l’altro, non andrebbe ad intaccare nemmeno le coperture nel bilancio del Comune, perché togliendo l’entrata e l’uscita di questo parcheggio dai servizi a domanda individuale si raggiungerebbe comunque la percentuale minima richiesta dalla legge”.

Rebus liquidazione. Restano ora da definire i tempi esatti e le cifre del passaggio del parcheggio Porta Pasquale in gestione ad Asm, tenendo conto che il futuro di Asm è ancora incerto e non si sa quando l’azienda potrà uscire dalla liquidazione. Bisognerà definire i termini economici, il canone di affitto. Al momento Asm paga 250 mila euro per il Lumbi e 200 mila euro per il Porta Catania. Nell’intero anno 2019 il parcheggio a tre piani di Porta Pasquale – inaugurato dal Comune nel 2011 – ha realizzato incassi per 420.470 euro. Si tratta di una struttura che ha comunque potenzialità ridotte rispetto al Lumbi (965 posti auto) e al Porta Catania (650), in quanto ha una capienza di soli 75 posti auto ma può diventare una presenza complementare ai due “gemelli” nel sistema di parcheggi della città.

© Riproduzione Riservata

Commenti