il mistero del golf a Trappitello all'ultimo bivio

Taormina. In attesa di una svolta nelle trattative per il cambio di proprietà del golf e per il futuro ancora incerto dei terreni di contrada Vareggio, spunta un elenco di impegni da mantenere nei confronti del Comune di Taormina per l’acquirente che potrebbe rilevare la titolarità dell’ampia area di 76 ettari a Trappitello. Il Comune rivendicherà, infatti, l’obbligo di adempiere ad una convenzione a suo tempo sottoscritta dalla Off Side (la proprietà dei terreni) con l’ente locale. La questione è stata posta in Consiglio comunale, e dunque sollecitata dal consigliere di opposizione Antonio D’Aveni.

Accordi da rispettare. Nella convenzione, rinnovata nel 2014 (con durata di 4 anni, e adesso per altro scaduta) la società si impegnava nei confronti del Comune di Taormina a realizzare una serie di opere di urbanizzazione. All’interno di questo accordo fu inclusa la scuola di via santa Filomena con la prevista edificazione di 18 classi su tre piani, ma non solo. La Off Side si è impegnata anche a realizzare dei percorsi pedonali ad uso pubblico, con zone di verde attrezzato per la sosta e punti di osservazione e fruizione, che consentano l’accesso all’argine del fiume direttamente dalla strada statale per Francavilla, con punti di osservazione con balaustre in legno e sedili, aree e verde attrezzato. E venne anche previsto all’interno della struttura, un locale idoneo per la collocazione di un punto informativo dell’Ufficio Turistico del Comune di Taormina, con la concessione a titolo gratuito e almeno per tre volte l’anno di alcuni locali per lo svolgimento di iniziative convegnistiche connesse ad attività culturali del Comune.

L’impegno per 18 aule. “Non ci siamo dimenticati del fatto che negli anni scorsi è stata sottoscritta una convenzione tra il Comune di Taormina e la proprietà dei terreni destinati al golf – afferma l’assessore ai Lavori pubblici, Enzo Scibilia – che prevede un impegno complessivo da parte del privato per circa 450 mila euro, per realizzare 18 aule nella scuola di Santa Filomena ed inoltre per approntare una strada a senso unico da Santa Filomena, la destinazione poi di Un ettaro di terreno da adibire a parco urbano, ed ancora 2 metri lineari da approntare come passeggiata dal campo da golf sino al vicino comune di Gaggi. Ed ancora: una passerella adiacente alla saia Carraro per arrivare sino al parcheggio esistente accanto alla postazione 118 di Trappitello”. “Aspettiamo di capire se la trattativa per il cambio di proprietà si concluderà, è una vicenda che riguarda i privati e nella quale non vogliamo entrare nel merito e al momento non abbiamo notizie o sviluppi in tal senso”, aggiunge Scibilia.

Finanziamento per il nuovo plesso. Aspettando definitiva chiarezza sulla questione del golf a Vareggio, il Comune intanto ha richiesto e ottenuto dall’assessorato alla Formazione un finanziamento da 2 milioni 050 mila euro per realizzare un nuovo plesso scolastico a Trappitello, un edificio che si comporrà di piano terra, primo e secondo piano, destinato a sorgere a poca distanza dall’attuale fabbricato di Santa Filomena dove il sindaco Mario Bolognari lo scorso settembre ha dovuto chiudere un piano delle elementari (con due classi ora trasferite alle medie di Via Francavilla) a causa di problemi al tetto.

L’ipotesi della palestra. “Non potevamo aspettare, nel 2020, di vedere come finirà la vicenda del golf per realizzare le 18 aule a Santa Filomena – afferma Scibilia -. C’era l’opportunità di un bando regionale e l’abbiamo colta, partecipando e ottenendo la disponibilità all’assegnazione delle somme (il progetto è stato inserito con priorità 1 tra quelli finanziabili nell’elenco 2019). Quindi, per quanto riguarda le trattative per il golf, che non sappiamo ancora come si concluderanno, aspettiamo novità ma di certo c’è che se ripartiranno le opere per il golf non ci saranno problemi a far rispettare quella convenzione. E magari a far realizzare con quelle somme, a suo tempo previste, una palestra per la scuola”.

© Riproduzione Riservata

Commenti