Matteo Salvini

Matteo Salvini continua la sua campagna elettorale per le Regionali e non perde occasione per lanciare nuove bordate ai suoi avversari: “Nelle piazze trovo una marea di gente che per una vita ha votato sinistra ma ora vota Lega perché il Pd è il partito dei banchieri e dei milionari, di quelli che hanno i quattrini e si arricchiscono grazie all’immigrazione clandestina. Siamo democratici e allora a chi mi contesta dico: se volete l’immigrazione prendetene 10 a casa vostra. Viva invece gli immigrati regolari e integrati che hanno fatto e fanno la ricchezza dell’Emilia-Romagna e dell’Italia”.

La storia. “Noi abbiamo già vinto perché portiamo alla gente un’idea di Paese, di lavoro, di infrastrutture e basta con le liste d’attesa negli ospedali. Gli altri portano insulti, rabbia e cattiveria. La storia li ha sconfitti, hanno già perso, perderanno in Emilia Romagna e poi cadrà il governo. Sono orgoglioso delle nostre piazze, piene di sorrisi, Futuro e persone per bene. A sinistra sono disperati e cercano in tutti i modi di oscurarci, ma niente può fermare la voglia di cambiamento di un Popolo. Domenica si fa la storia”, ha detto Salvini.

“Fascisti rossi”. “La tassa sulla plastica e sullo zucchero, persino sull’ombra dei balconi. Basta con le tasse. Io sono al fianco con i commercianti e gli ambulanti, viva la libertà e il lavoro libero. Domenica cambia la storia di questo Paese e alle Regionali vinceremo perchè è una questione di cultura. Noi non diciamo vaffa col dito medio, andiamo in ufficio a lavorare. Questa è civiltà e rispetto. Gli unici fascisti rimasti sono i fascisti rossi, che se ci fossero i partigiani li prenderebbero a schiaffoni, visto che cantano Bella Ciao con il Rolex ai polso. Giovedì sarò a Bibbiano perché i bambini non si rubano alle mamme e ai papà. Combatteremo piazza per piazza, città per città contro ogni droga, perché uccide e fa male ai cervelli. Meglio un bicchiere di vino. Dico grazie alla gente per i sorrisi e le idee, il voto ci darà ragione”.

© Riproduzione Riservata

Commenti