Matteo Salvini

Matteo Salvini provoca su quello che potrebbe essere il risultato delle ormai imminenti elezioni regionali. “In Emilia-Romagna e in Calabria, Pd e 5Stelle prenderanno una tale lezione democratica dai cittadini che se la ricorderanno per i prossimi anni. Ci scommettiamo un caffè?”. Queste le parole del leader della Lega che si dice convinto di vincere nella prossima tornata di voto.

L’attacco a Bonaccini. “Il “governo tasse, sbarchi e manette” che piace a Bonaccini – continua Salvini – ha tagliato circa 11 milioni al fondo di solidarietà comunale per tutta l’Emilia-Romagna. Una stangata che si somma alle tasse su imprese e famiglie. Con la Lega al governo, solo per iniziative del Viminale, per i sindaci della regione erano arrivati più di 26,5 milioni. 4.562.890 euro per la videosorveglianza, 88.960 per iniziative contro le truffe agli anziani, 698.791 euro per Scuole sicure, 462.723 per Spiagge sicure, 1.292.632 euro per il fondo sicurezza urbana. A questo si aggiungevano i 19.470.000 per le opere di manutenzione nei comuni sotto i 20 mila abitanti. Diciamo al Pd di Bonaccini che l’Emilia-Romagna merita rispetto, con i fatti! Non vediamo l’ora di portare buonsenso e buon governo a livello regionale e nazionale”.

Bibbiano. Infine, l’affondo sul caso Bibbiano: “Quando sentono la parola #Bibbiano non capiscono più nulla, minimizzano di fronte a 26 indagati (tra cui l’ex sindaco del PD che rimane indagato) e 108 capi di imputazione. Altro che raffreddore, giustizia e verità per genitori, nonni e bimbi”. Bonaccini del Pd fugge dai genitori, noi non taceremo mai. Il 23 gennaio sarò in piazza a Bibbiano, in mezzo alle mamme e ai papà di Bibbiano perché con i bimbi non si gioca, con i fratellini e le sorelline non si scherza per far quattrini. Altro che “raffreddore”, vallo a dire a chi si è visto portare via un figlio piccolo per anni, chi restituirà loro il tempo perduto?”.

La profezia. “Per Giuseppi (Conte, ndr) l voto di emiliani e romagnoli non conta un tubo, del resto uno che sta incollato alla poltrona per paura di perdere le elezioni grande rispetto per la democrazia non ce l’ha. Dopo l’Umbria, il 26 gennaio, col vostro aiuto, gli arriverà un nuovo, sonoro avviso di sfratto. Il Financial Times scrive che “Se Salvini e la Lega vincono in Emilia-Romagna, poi vincono nel Paese. Per Conte invece il voto degli emiliani, dei romagnoli e dei calabresi non conta nulla e non avrà ripercussioni sul governo. Il 26 gennaio si fa la Storia, ne sono straconvinto”.

© Riproduzione Riservata

Commenti