Cateno De Luca al "Pugliatti" di Taormina

Taormina. Blitz del sindaco metropolitano, Cateno De Luca, all’Istituto “Pugliatti” a Trappitello, dove nelle scorse ore è stata affrontata la problematica dei riscaldamenti non funzionanti in una parte del plesso, con gli studenti rimasti al freddo e che per questo hanno protestato in questi giorni.

La protesta. Gli studenti avevano dapprima affisso alcuni striscioni davanti all’edificio di cui è titolare l’ex provincia regionale di Messina e poi si erano anche recati al Comune di Taormina, dove avevano esposto la vicenda al sindaco Mario Bolognari. Era stato, insomma, sollecitato l’intervento di De Luca per risolvere un’emergenza di cui non può farsi carico l’Istituto Pugliatti e che va risolto dalla Città Metropolitana. Il problema del riscaldamento delle aule, stando a quanto discusso da De Luca con il dirigente, prof. Luigi Napoli, sarà risolto nelle prossime due settimane. Era presente all’incontro anche il vicesindaco di Taormina, Enzo Scibilia.

Ragazzi protagonisti. “I nostri ragazzi sono stati comunque protagonisti grazie ai loro rappresentanti”, ha evidenziato la scuola dando atto all’impegno dei ragazzi e delle ragazze che frequentano il “Pugliatti” nella necessaria risoluzione di questa emergenza. La scuola non ha più le risorse economiche per poter pagare le utenze e rendere funzionanti i riscaldamenti. Le caldaie sin qui sono rimaste spente e, come detto, il “Pugliatti” non ha la possibilità di anticipare la spesa e farsi carico del relativo onere. Toccherà ora provvedere, nel più breve tempo possibile, agli uffici di Palazzo dei Leoni.

Eccellenza del territorio. “Questa scuola – ha detto De Luca – è una vera eccellenza del nostro territorio che tra l’altro oggi (ieri, ndr) abbiamo voluto premiare con un finanziamento di circa 300 mila euro nel settore dell’ambiente finalizzato a realizzare la birra biologica “Taormina – Pugliatti”. Le risorse che verranno messe a disposizione della scuola consentiranno, quindi, di effettuando ulteriori attività di rilievo che avranno come protagonisti gli studenti del plesso di Via Arancio.

© Riproduzione Riservata

Commenti