controlli della Polizia locale di Taormina

Taormina. In attesa di novità sull’atteso potenziamento del Corpo di Polizia locale, ridotto ormai a soli 7 uomini in organico tra ufficiali e agenti, la casa municipale ha disposto con apposita delibera di Giunta la ripartizione dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie dell’anno appena iniziato. Si andrà, quindi, a distribuire per le varie attività necessarie quanto introitato dall’ente dalle multe e sanzioni che verranno accertate dagli ufficiali ed agenti della Polizia municipale di Taormina.

Le somme. “In relazione alle entrate accertate anche negli anni passati – rendono noto l’assessore Graziella Longo e il Comandante della Polizia municipale di Taormina, Agostino Pappalardo – per quanto concerne le prevedibili entrate per l’anno in corso in relazione ai proventi iscritti a ruolo, si ritiene che i proventi dovrebbero effettivamente ammontare a 380 mila euro annui per il 2020”.

La ripartizione. E’ stata quindi effettuata la relativa attività di accertamento ricognitiva delle violazioni al codice della strada e la somma da destinare a Taormina per per le finalità previste dal Codice della Strada corrisponde a 190 mila euro, il 50% dei 380 mila euro totali. In tal senso 23 mila 750 euro verranno destinati alla segnaletica stradale, 20 mila euro per il potenziamento e l’efficienza dei servizi di Polizia municipale, ed eventuali assunzioni di vigili stagionali; 60 mila euro per il noleggio di veicoli ed attrezzature; 50 mila 750 euro per le spese postali e 5 mila euro per i collegamenti Mctc e Pra; 12 mila euro per i piani del traffico e mille euro per educazione stradale, studi e ricerche, infine 17 mila 500 euro per previdenza integrativa ed assistenziale. Alcune somme potrebbero essere impiegate, inoltre, per attivare dei sistemi di rilevazione della velocità e per i relativi accertamenti.

© Riproduzione Riservata

Commenti