Lucia Gasberscek

Taormina. Si apriranno venerdì i lavori della Commissione consiliare speciale sul caso “AcqueWin”, istituita dal Consiglio comunale di Taormina a seguito dell’omonima inchiesta con ipotesi di reato sulla riscossione delle bollette d’acqua al Comune ed il relativo terremoto giudiziario che ha investito il 15 novembre scorso il Comune di Taormina. Il presidente del Consiglio, Lucia Gaberscek, con apposita nota trasmessa ieri ai componenti della commissione, ha convocato infatti per la mattinata del 10 gennaio la prima seduta che affronterà la vicenda. “Con l’approvazione dell’odg urgente esitato dal Consiglio il 21 novembre – afferma Gaberscek – è stata istituita la commissione consiliare interna per discutere la delicata vicenda legata all’inchiesta “AcqueWin”.

Gli argomenti. L’istituenda commissione, come concordato con i consiglieri, avrà dei compiti dettagliati e ben precisi oltre i quali questo organo non dovrà spingersi. Ovvero: verifica della capacità di riscossione (nel tempo); controllo dell’adeguatezza degli uffici per acquedotto, Imu, Tari (quantitativa); applicazione di possibili sistemi di controllo per eventuali fenomeni simili; attività formativa per il personale”.

“Niente invasioni di campo”. La commissione, così come previsto, sarà composta dal presidente Gaberscek, dai consiglieri di maggioranza Alessandra Caltabiano e Giuseppe Sterrantino e dai consiglieri di opposizione Salvo Cilona e Pina Raneri. Proprio il presidente del Civico consesso, a margine della convocazione, ha inteso evidenziare la necessità di non interferire con l’operato della magistratura che sta indagando sul caso: “La commissione non è stata istituita per fare invasioni di campo, non ci sarà nessuna fuga in avanti”. Gaberscek ha anche precisato che, a conclusione dell’attività della Commissione speciale “non ci sarà nessuna seduta di Consiglio comunale sull’argomento”: “I lavori della commissione si svolgeranno, comunque, data la rilevanza dell’argomento si svolgeranno a porte chiuse”.

Audizioni. Il presidente del Consiglio ha anche frenato sull’opportunità di convocazione degli ex sindaci Mauro Passalacqua e Eligio Giardina in audizione per affrontare alcuni aspetti come la questione della riscossione negli anni precedenti al Comune di Taormina: “Valuteremo eventuali proposte di audizioni. Decideremo in Commissione su questa eventuale ipotesi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti