la funivia Taormina-Mazzarò

Taormina. La funivia Taormina-Mazzarò ha chiuso il 2019 con il boom di Un milione 021 mila 993 passaggi nelle cabine dell’impianto che collega il centro storico della Perla dello Ionio con la zona a mare (Mazzarò e la vicina Isolabella). Va in archivio, dunque, un’annata da record per l’impianto su fune gestito dall’Azienda Servizi Municipalizzati di Taormina. Il dato finale dell’anno appena trascorso va a migliorare in maniera netta e significativa la statistica del 2018, quando la funivia aveva trasportato 992.725 passeggeri (l’incremento è di circa 29 mila utenti), ed è ancora più significativa anche la differenza rispetto al 2017, quando i passaggi erano stati 887.846 (in questo caso la crescita è esponenziale, di circa 134 mila persone).

Cuore pulsante. Numeri importanti che confermano il ruolo centrale della funivia Taormina-Mazzarò sia nell’ambito della vita di Asm, per la quale rappresenta il “cuore pulsante” in termini strategici e prettamente finanziari, sia più in generale per il turismo di Taormina che in questa struttura ha da sempre un punto di riferimento in senso assoluto. L’impianto sovrinteso dal direttore d’esercizio, l’ing. Sergio Sottile, nel corso del 2019, per altro, è stato sottoposto anche ad una serie di manutenzioni dedite a migliorare il servizio e ad ottimizzare il funzionamento della struttura.

L’abilità del personale. Un ruolo prezioso viene svolto, a tal riguardo, dal personale dipendente della funivia, che non soltanto garantisce ogni giorno con professionalità il servizio ma ha anche dimostrato, a più riprese, la propria abnegazione ed ulteriore disponibilità, rendendosi utile proprio nell’espletamento delle varie attività di manutenzione della funivia. Adesso la funivia si avvia alla consueta chiusura invernale che scatterà dopo le festività, con le varie attività annuali di verifica dell’impianto, per essere poi pronti a riattivare il collegamento su fune a distanza di un paio di settimane e nel frattempo verrà attivato da Asm il servizio sostitutivo tramite bus navette.

© Riproduzione Riservata

Commenti