l'avvocato Pippo Perdichizzi

Taormina. “Il vincolo posto a suo tempo dal Consiglio comunale di Taormina sulla destinazione d’uso dei beni dell’ex Oratorio Salesiano rimane valido”. Lo afferma l’avvocato Giuseppe Perdichizzi, legale taorminese che nel 2013 era l’esperto dell’Amministrazione guidata dall’allora sindaco Mauro Passalacqua, quando il Consiglio comunale presieduto da Eugenio Raneri pose il vincolo sugli immobili dei Salesiani a Taormina. Il provvedimento che portò poi al ricorso al Tar di Catania da parte dell’Opera Salesiana intese porre un vincolo per finalità sociali dei beni in oggetto, per bloccare in sostanza un cambio di destinazione delle strutture.

Vincolo valido. “In caso di perenzione – afferma adesso l’avvocato Perdichizzi – il provvedimento del Consiglio comunale rimane efficace ed esecutorio, pertanto il vincolo sui beni ex Salesiani sussiste ancora”.

Fine della causa. E di queste ore la notizia, riportata da BlogTaormina , che a cinque anni di distanza dal ricorso presentato al Tar dall’Istituto Salesiano, infatti, il giudizio tra le parti è stato dichiarato “estinto”. Come si ricorderà, lo storico oratorio dei Salesiani a Taormina ha chiuso i battenti l’1 ottobre 2015 dopo 104 anni di attività. In previsione di quella chiusura, il Consiglio comunale deliberò nel 2013 un vincolo sui beni ubicati nella salita Acropoli per impedire il cambio di destinazione d’uso dei locali. Per questa ragione i Salesiani presentarono un ricorso ma non ci sono stati ulteriori sviluppi e dei pronunciamenti sulla questione. Ora il Comune di Taormina, con apposito atto riferito all’incarico legale a difesa dell’ente, ha reso nota “l’estinzione del giudizio innanzi al Tar Sicilia sezione di Catania per perenzione ultra-quinquennale, data l’assenza di nuova domanda di fissazione di udienza entro i termini di legge”.

© Riproduzione Riservata

Commenti