folla al presepe vivente a Mazzeo

Taormina. Taormina si conferma, quest’anno più che mai, la città dei presepi viventi con due eventi tradizionali molto seguiti sul Santo Natale, capaci di attrarre la presenza in paese di tante persone nelle frazioni, sia a Trappitello che a Mazzeo. Un vero e proprio boom di visitatori che ha caratterizzato in entrambi i casi la prima recita e che adesso promette di ripetersi anche nelle successive recite, con un giusto plauso intanto da rivolgere a tutti i figuranti e a tutti i protagonisti di queste iniziative.

Il ritorno a Mazzeo. Il 25 dicembre scorso si è svolto a Mazzeo il presepe vivente, quest’anno riproposto con un nuovo allestimento (in replica adesso il 29 dicembre) a cura degli abitanti della frazione e della parrocchia Santa Maria Goretti retta da padre Francesco Giacobbe. La frazione marina è stata presa d’assalto da tanti visitatori giunti in zona nell’occasione per assistere al presepe vivente.

I migranti. Tra i pastori del presepe di Mazzeo anche 15 migranti provenienti dall’Africa ed attualmente ospiti in due Case di accoglienza di Messina (Sperone e Castanea). I migranti provengono da Nigeria, Senegal e Costa d’Avorio. Si è inteso, in tal modo, proporre una testimonianza di integrazione e di fratellanza con gli abitanti del luogo. Alla prima recita era presente anche l’arcivescovo di Messina, monsignor Giovanni Accolla.

il presepe vivente a Trappitello

La conferma a Trappitello. E si conferma un successo anche l’appuntamento con il presepe di Trappitello, giunto ormai alla 16esima edizione, a cura della parrocchia Sacro Cuore di Gesù-Santa Venera, diretta da padre Francesco Tricomi, con oltre 150 figuranti. Dopo la prima recita svoltasi ieri, nel giorno di Santo Stefano, le repliche sono ora previste con otto appuntamenti nelle date del 28, 29 e 30 dicembre, 1, 2, 4,5 e 6 gennaio.

Anche dalla Calabria. Un evento, il presepe vivente a Trappitello, capace dunque di confermare la sua capacità attrattiva che ha portato in questi anni ad un flusso complessivo di circa 30 mila presenze nelle varie edizioni con tanti visitatori provenienti da diverse zone della Sicilia ma anche dalla Calabria.

© Riproduzione Riservata

Commenti