Trappitello vista dal satellite

Taormina. Stop al vincolo paesaggistico nella frazione a Trappitello. A sollecitare ufficialmente la rimozione del vincolo con un’azione popolare già avviata sul territorio è il Comidi (Comitato Insieme per i Nostri Diritti) che sta portando avanti una petizione già trasmessa al sindaco Mario Bolognari e firmata da numerosi cittadini. Le norme di attuazione del Piano Paesaggistico – ambito regionale 9 – provincia di Messina, al titolo III “Norme per i paesaggi locali” prevedono l’art. 24 “paesaggio locale 4 Taormina” e l’art.25 “paesaggio locale 5 Valle dell’Alcantara”.

Nessuna peculiarità. “L’inquadramento territoriale del paesaggio locale “Taormina” – si legge nella petizione – comprende anche la frazione di Trappitello, benché il paesaggio e le costruzioni sul territorio della frazione non siano di nessun interesse ambientale e paesaggistico. In base ai provvedimenti di apposizione del vincolo paesaggistico, i cittadini di Trappitello, per costruire, per ristrutturare, comunque per intervenire sulle loro abitazioni devono ottenere preliminarmente l’autorizzazione da parte della Soprintendenza per i Beni Culturali ed Ambientali di Messina. I cittadini di Trappitello ritengono non più accettabile l’ottenimento della preventiva autorizzazione della Soprintendenza, che rappresenta un ostacolo giustificato nella costruzione e nella ristrutturazione delle loro abitazioni, atteso che anche per allargare una finestra bisogna essere autorizzati dalle Belle Arti, con aggravio di spese e di tempo”. “Il vincolo paesaggistico apposto su Trappitello – continua la petizione – non stravolgerebbe alcuna peculiarità del territorio, né pregevoli tratti caratteristici in quanto è pacifico che nei fabbricati della frazione non ne esistono”.

Vincolo disomogeneo. Il Comidi rileva “la disomogeneità e la genericità del vincolo, in quanto nella realtà vi è commistione tra singolarità geologica, paesaggistica, edilizia, urbanistica e valore estetico e testimonianza di tradizioni e civiltà del passato. Si tratta di valori che possono emergere da distinte e determinate zone del territorio anche godibili come panorama d’insieme. Invece a Trappitello le peculiarità dei due territori comunali (Trappitello e Taormina centro) sono ben delineate anche fisicamente, attraverso la distanza di circa 10 km esistente tra loro, dal dover attraversare un altro Comune interposto (Giardini Naxos) per potersi spostare sia dal centro alla frazione e viceversa, con un dispendio di tempo di oltre 25 minuti. Tutto ciò concorre a manifestare un sintomo di irragionevolezza e non adeguatezza e proporzionalità del vincolo apposto su Trappitello, a giustificazione di questa petizione. Pertanto si richiede al Comune di Taormina attivarsi per la rimozione del vincolo paesaggistico su Trappitello”.

© Riproduzione Riservata

Commenti